IL GIOCO DEI RUBINI

A PRICE ABOVE RUBIES

USA - 1998
IL GIOCO DEI RUBINI
In una zona ben precisa di New York vive una comunità ebraica ortodossa tanto integrata con la città dal punto di vista economico quanto appartata sul versante sociale e pubblico: la vita quotidiana infatti ruota tutta intorno alla lettura e alla meditazione dei testi sacri ed è scandita dalla preghiera e dalle funzioni religiose dettate dal rabbino. Qui Sonia si sposa con Mendel, ha un bambino ma ben presto la totale devozione del marito per i riti tradizionali la fa sentire limitata, chiusa, quasi prigioniera. Sonia accetta di lavorare nella gioielleria del cognato, si mostra abile ed efficiente fino a suscitare invidie e gelosie. La sua esuberanza finisce con l'infastidire anche il marito, preoccupato soprattutto di mantenere le apparenze. Sonia tuttavia non indietreggia, frequenta un ragazzo nel quale ha individuato doti d'artista, lo stimola a migliorarsi. Ma queste frequentazioni sono mal viste, la famiglia le scopre, Sonia viene condannata come donna immorale, privata del figlio e cacciata di casa. Sonia tuttavia lotta contro questa ingiustizia, finché il marito riuscirà a perdonarla: ma ognuno continua da solo per la propria strada.
  • Durata: 117'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: LAWRENCE BENDER, JOHN PENOTTI PER PANDORA CINEMA, MIRAMAX IN ASSOCIAZIONE CON CHANNEL FOUR FILMS.
  • Distribuzione: LUCKY RED (1999) - LUCKY RED HOME VIDEO.

CRITICA

"Un film intrigante e commovente". (Time out)

"Non è la prima volta che il cinema ci presenta la comunità hassidica di New York ('Un'estranea tra noi', di Sidney Lumet), ebrei e ortodossi che si dedicano al commercio dei preziosi e che vivono un'esistenza barricata nelle loro rigidissime tradizioni religiose e sociali, protetta dalle possibili intrusioni esterne. (...) L'intransigenza della comunità è ben descritta in questo film che non nasconde l'intento di critica nei confronti di un modo di vivere chiuso in se stesso". (Mario Calderale, 'Segnocinema, settembre/ottobre 2000)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy