IL FIGLIO DI ZORRO

ITALIA - 1973
Nel Messico, al tempo dell'imperatore Massimiliano, vive Don Riccardo Villaverde un giovane nobile, cinico in amore. I colpi di scena nell'ambiente aristocratico sono suscitati dalle improvvise apparizioni del mascherato figlio di Zorro, sostenitore dei ribelli e impegnato nel raccogliere aiuti per la rivoluzione. Arriva un carico d'armi, intermediario l'Alcade di San Ramon, Don Coser Herrera, ma un falso ribelle, Garrincia, svela tutto all'autorità e Don Coser finisce ucciso, mentre la figlia Donna Concida riesce a fuggire e a nascondersi con l'aiuto del Figlio di Zorro di cui s'innamora. Intanto questi riesce a impossessarsi delle armi nascoste, sottraendole ai soldati governativi. Il popolo è armato, scoppia la rivoluzione popolare, il Governatore e la moglie sono costretti a fuggire. Compiuta la sua missione, il Figlio di Zorro galoppa verso la villa dove abita donna Concida, infelicemente sposata con Don Riccardo Villaverde e può svelarle la sua vera identità.
  • Altri titoli:
    LE FILS DE ZORRO
    EL HIJO DEL ZORRO
  • Durata: 88'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: TECHNISCOPE, TECHNICOLOR
  • Produzione: GIOVANNI VARI PER INTERNATIONAL ART FILM, FILM TRIUNFO
  • Distribuzione: REGIONALE

NOTE

- ALBERTO DELL'ACQUA E' ACCREDITATO COME ROBERT WIDMARK.

- SECONDO ALTRE FONTI LA FOTOGRAFIA E' DI GIANFRANCO BALDANELLO.

CRITICA

Piuttosto sciatto e talora violento questo film ripete modestamente vicende ormai scontate. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy