Il diavolo in corpo

ITALIA - 1986
Il diavolo in corpo
Una pazza di colore, errante sui tetti di Roma minacciando il suicidio, attira l'attenzione di una classe di liceo da una parte e di una bella e nevrotica ragazza borghese dall'altra, Giulia, da cui subito è colpito Andrea, uno dei liceali, che scavalca la finestra dell'aula e la insegue col suo motorino, mentre si allontana su una Maserati. Accompagnata dal giovane prete che poco prima ha cercato goffamente di distogliere la ragazza dal suicidio, Giulia sosta a un punto del ponte sul Tevere dove è caduto il padre, vittima delle brigate rosse, e si reca poi a un processo contro i brigatisti, prodigando segnali d'intesa e d'affetto a un pentito, cui è promessa sposa. Eccitata dall'amplesso in gabbia di due di essi, incontra lo sguardo di Andrea che l'ha seguita, e subito scoppia fra i due un rapporto morbosamente passionale, che distoglie Giulia dalle nozze col pentito.
  • Altri titoli:
    Le diable au corps
    Teufel im Leib
  • Durata: 115'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA - EASTMANCOLOR, TELECOLOR
  • Tratto da: basato sul testo di Giovanni Boccaccio
  • Produzione: LEO PESCAROLO PER L.P. FILM, ISTITUTO LUCE, ITAL NOLEGGIO CIN.CO (ROMA), FILM SEXTILE, AJ FILM, FR3 (PARIGI)
  • Distribuzione: ISTITUTO LUCE - ITAL NOLEGGIO CINEMATOGRAFICO - RICORDI VIDEO, PANARECORD, MEDUSA VIDEO
  • Vietato 18

CRITICA

"L'ultrà Marco Bellocchio, ispirato dall'analista di fiducia Fagioli, filosofeggia e declama, poi, messo alle strette dai produttori, pensa agli incassi. Infatti la sensuale olandesina Maruschka Detmers nel primo tempo si limita a vellicare il suo ganzo, nel secondo è sempre nuda". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 21 giugno 2002)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy