IL CORVO 3 - SALVATION

THE CROW: SALVATION

USA, GERMANIA - 2000
IL CORVO 3 - SALVATION
Alex Corvis è stato mandato sulla sedia elettrica il giorno del suo ventunesimo compleanno. Non è riuscito a dimostrare di non essere stato lui il brutale assassino di Lauren, la sua fidanzata. Per vendicare due omicidi, il suo e quello della sua ragazza, torna sulla terra nei panni del Corvo, con il viso sfigurato dalle scariche elettriche. Nonostante l'aiuto del suo spirito guida dovrà risolvere da solo il mistero dell'omicidio di Lauren e smascherare il suo assassino, mentre i poliziotti proteggono il cuore più violento della città.
  • Altri titoli:
    THE CROW 3
    THE CROW 3 - TODLICHE ERLOSUNG
  • Durata: 102'
  • Colore: C
  • Genere: AZIONE, DRAMMATICO, HORROR, POLIZIESCO, THRILLER
  • Tratto da: TRATTO DAI FUMETTI DI JAMES O' BARR
  • Produzione: EDWARD R. PRESSMAN FILM CORPORATION - IMF INTERNATIONALE MEDIEN UND FILM GMB H & CO. PRODUKIONS KG - JEFF MOST PRODUCTIONS - FALLEN BIRD PRODUCTIONS INC. - WORKING TITLE
  • Distribuzione: EAGLE PICTURES
  • Data uscita 1 Giugno 2001

NOTE

- ERIC MABIUS E' UN EX COMPONENTE DELLA SQUADRA NAZIONALE DI SLITTINO DEGLI STATI UNITI.
- MAESTRO DI LOTTA: DAVI LEA (NEL FILM FA IL BUTTAFUORI CON I CAPELLI LUNGHI CHE IN UN LOCALE NOTTURNO LITIGA CON IL CORVO).
- GIRATO A SALT LAKE CITY NELL'UTAH.
- PRODUTTORI ESECUTIVI: BOB E HARVEY WEINSTEIN (PROPRIETARI DELLA MIRAMAX)

CRITICA

"Terza parte della saga de 'Il corvo' ma nulla a che vedere con i primi due episodi che ebbero come protagonisti Brandon Lee e Vincent Perez. L'atmosfera dark ha perso sostanza e motivo di essere in favore d'una storia ormai del tutto estranea allo spirito dei fumetti di O'Barr (...). Inconsistente regia dell'inglese Bharat Nalluri, senza carisma l'interpretazione dello sconosciuto Eric Mabius". (Fabio Bo, 'Il Messaggero', 1 giugno 2001)

"Come i suoi predecessori, 'Corvo 3' non può essere attribuito a un genere cinematografico preciso (meno di ogni altro, forse, al genere horror in cui lo abbiamo collocato): è partecipe piuttosto d'una tendenza dark minoritaria ma forte, e fortemente assunta da una parte della cultura giovanile che di rado affiora per arrivare al cinema". (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 1 giugno 2001)

"Al cinema, diretto dal dotato pubblicitario Alex Proyas nel 1994, valeva proprio per l'atmosfera horror manierista e per una stimolazione sensoriale del montaggio. Già era caduta la tensione stilistica nel sequel. Il regista del terzo episodio, l'indo-inglese Barhat Nalluri, ha pensato bene di emulare il secondo e non il primo. Né le acrobazie né il soundtrack riescono a sollevare la confusa fiacchezza di tutto e di tutti. Il corvo cade. Come un mattone". (Silvio Danese, 'Il giorno', 15 giugno 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy