Il Corsaro Nero

ITALIA - 1936
Dall'omonimo romanzo di Salgari. I fratelli Ventimiglia - il Corsaro Nero e il Corsaro Rosso - battono i mari delle Antille contro il Governatore di Maracaibo. Ucciso dal Governatore il Rosso, il Corsaro Nero decide di saldare definitivamente la tragica partita assaltando Maracaibo. Durante la navigazione cattura un galeone spagnolo a bordo del quale si trova, sotto altro nome la figlia del Governatore. Il Corsaro è preso dalle grazie della fanciulla ma quando scopre la sua identità l'abbandona in mare su di una scialuppa. La fanciulla viene salvata e ricondotta a Maracaibo dove viene a sapere, dallo stesso Governatore, di essere solo sua figlia adottiva. E' così possibile al Corsaro sposarla quando, dopo un furioso combattimento, egli espugna Maracaibo ed uccide il Governatore.

CAST

NOTE

- GIRATO NEGLI STABILIMENTI CAESAR E CINES.

- TUTTE LE NAVI CHE APPAIONO NEL FILM SONO STATE FATTE COSTRUIRE APPOSITAMENTE DALLA PRODUZIONE NEI CARTIERI FALANGA DI TORRE DEL GRECO (NAPOLI).

CRITICA

"(...) Film popolare, questo, ma realizzato senza economia con navi vere, con un abbordaggio vero di eccellente effetto (ma questa sequenza necessitava di un più scaltro montaggio che determinasse una maggiore tensione), con duelli epici, personaggi generosi ed eroici, visioni di mare e di tempeste bellissime e tremende, ecc. ecc. (...) Ah, se ci fossero state meno lentezze nella sceneggiatura! Vich è l'ottimo fotografo. Ciro Verratti il protagonista. Uomo di scherma, ma esordiente sullo schermo, ci convince come spadaccino se non trascina come attore. Silvana Jachino, dagli stellanti occhi, illumina il truce mondo guerresco." (Vice, "La Rivista del Cinematografo", novembre 1936)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy