Il conte di Sant'Elmo

ITALIA - 1951
Durante l'ultimo periodo della dominazione borbonica, accade che un gruppo di carbonari, travestiti da banditi e capeggiati dal conte di Sant'Elmo, fermi una diligenza nei pressi d'Itri. I passeggeri vengono perquisiti: i carbonari s'impadroniscono d'importanti documenti, dai quali rilevano che il ministro di polizia, Cassano, è in possesso d'un plico, il cui contenuto potrebbe riuscire fatale alla loro organizzazione. Tornato a Napoli, il conte riesce a penetrare di nottetempo nella casa di Cassano e ad impadronirsi del pericoloso plico. Sorpreso dalla polizia, si rifugia nella camera di Lucia, figlia del Ministro, che lo salva e se n'innamora. Egli la rivedrà poi durante una festa in casa del Ministro. Intanto i carbonari per ottenere la liberazione d'un compagno arrestato decidono di prendere come ostaggio Lucia. Don Paolo, sacerdote carbonaro, organizza un finto rapimento, che ottiene l'effetto desiderato. Il Ministro cede e libera l'arrestato; ma poi fa arrestare il conte, denunciato per gelosia da una cantante, amica del Ministro e innamorata del Sant'Elmo. Questi è condannato a morte, ma coll'aiuto di Don Paolo e della cantante, pentita del suo gesto, può rifugiarsi a bordo d'una fregata piemontese, dove l'attende Lucia.

CAST

NOTE

MUSICHE DIRETTA DA: LUIGI RICCI.
CANZONI DI: A. FRAGNA, C. A. BIXIO, B. FRANZE'.

CRITICA

"E' un discreto film che [...] ha colpito nel segno perchè diretto con artigianale abilità ed interpretato con eclettico professionismo [...]". (E. Fecchi, "Intermezzo", n. 11/12 del 30/6/1951).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy