IL BARBIERE DI SIVIGLIA

ITALIA - 1946
Il Conte d'Almaviva è innamorato di Rosina, che il tutore don Bartolo, con la complicità di don Basilio, vuole invece impalmare onde non render conto della dote che ha sperperato. Figaro, che aveva già conosciuto il conte a Madrid, è felice di offrire al conte i servigi della propria scaltrezza affinché egli possa sposare Rosina anche perché ha ottenuto promessa di larghi compensi. E infatti, attraverso vari travestimenti il Conte riesce ad introdursi in casa e a combinare con la ragazza un rapimento sotto il naso di don Bartolo. Scoperto però, all'ultimo momento, il piano andrebbe a monte se la furberia di Figaro non riuscisse a combinare ugualmente il matrimonio. Poiché il Conte rinuncia alla dote, anche don Bartolo, alla fine, è soddisfatto.

CAST

NOTE

- IN REALTA' SI TRATTA DELLA RIPRESA CINEMATOGRAFICA DELL'OPERA LIRICA DI GIOACCHINO ROSSINI.

- SCENEGGIATORE NON ACCREDITATO: CESARE ZAVATTINI.

- MAESTRO CONCERTATORE: GIUSEPPE MORELLI.

- DIRETTORE DEL CORO: GENNARO D'ANGELO.

- OPERATORE: MARIO BAVA.

CRITICA

"E' la prima volta che un'opera lirica viene interpretata cinematograficamente, pur senza del tutto rifiutare l'impostazione teatrale, con soluzioni sceniche e mimiche che ottengono al geniale tentativo le risultanze più lisinghiere. Soprattutto dal punto di vista di una più vasta diffusione del patrimonio musicale, in edizioni affidate a complessi di primissimo piano." (Segnalazioni Cinematografiche, vol.20, 1946)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy