I SONNAMBULI

SLEEPWALKERS

USA - 1992
I SONNAMBULI
Ultimi rappresentanti al mondo di una razza che per sopravvivere deve alimentarsi uccidendo fanciulle vergini e succhiandone la linfa vitale, Charles Brady e sua madre Mary si trasferiscono dall'uno all'altro degli States in cerca delle prescelte e Charles, che con la madre ha rapporti sessuali, è incaricato di scoprirle. I due possono scomparire e trasformarsi in esseri repellenti, metà rettile e metà gatto: proprio i gatti sono i soli ad avvertire l'orrenda natura della anomala coppia e sempre pronti ad attaccarli. Conosciuta Tanya Robertson, una simpatica liceale abitante a Travis, Charles la induce a fare una visita ed un pic-nic in un vecchio cimitero, dove la ferisce e tenta di violentarla. Sfuggita a colui che ora si è trasformato in un mostro, lei si ripara nell'automobile dell'agente Simpson, che Charles uccide brutalmente, mentre il gatto Clovis, amico e compagno abituale del funzionario, miagola ferocemente contro il ragazzo e farà poi le sue vendette. Terrorizzata, Tanya dovrà subire la persecuzione di Charles e lottare per la propria vita. Sia Charles sia la madre, assatanata e bramosa di quella linfa che le è necessaria, uccidono molte vittime finché, nel cottage assediato da decine di gatti in paziente attesa di una passo falso dei loro fatali nemici, il corpo di Mary lacerato dagli artigli delle bestie finirà in fiamme per sempre, mentre anche Charles, ridotto in ributtanti condizioni, conclude una tragica esistenza.
  • Altri titoli:
    SLEEPSTALKERS
    STEPHEN KING'S SLEEPWALKERS
  • Durata: 86'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR
  • Specifiche tecniche: 35MM (1:1,85)
  • Tratto da: BASATO SUL TESTO DI STEPHEN KING
  • Produzione: MARK VICTOR, MICHAEL GRAIS, NABEL ZAHID PER COLUMBIA PICTURES CORPORATION, ION PICTURES
  • Distribuzione: COLUMBIA TRI-STAR FILMS ITALIA - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO
  • Vietato 14

NOTE

- PREMIATIO AL FANTAFESTIVAL 1992 PER IL MIGLIOR FILM, MIGLIOR REGISTA, MIGLIORE SCENEGGIATURA E MIGLIORE ATTRICE (ALICE KRIGE)

CRITICA

"E' ben noto il talento orrifico di Stephen King, ma non per questo la sua sceneggiatura, che assiste la regia di Nick Garris per i "sonnambuli", merita encomi particolari. Si tratta di un lavoro repellente e insano, che fin dall'inizio, dato il folle rapporto madre figlio, tenta di sconcertarne lo spettatore con questa orrenda e sozza vicenda, affidata a trucchi e manipolazioni cosmetiche sgradevoli. Dal punto di vista dei contenuti e dei tesi, non c'è davvero nulla: orrore più che tensione terrificante, all'insegna della farneticazione totale." (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy