I Puffi 2

The Smurfs 2

USA - 2013
3/5
I Puffi 2
Nel tentativo di catturare la magica "essenza blu" dei Puffi, il malvagio stregone Gargamella crea i Monelli Pestifera e Frullo, una coppia di dispettose creature simili ai simpatici ometti blu. Tuttavia, solo un vero puffo può dargli ciò che cerca e, visto che Puffetta è l'unica a conoscenza del segreto incantesimo che può trasformare i Monelli in veri puffi, Gargamella decide di rapirla e portarla a Parigi, la città in cui lui è conosciuto e ammirato da milioni di persone come lo stregone migliore al mondo. Per salvare Puffetta, il Grande Puffo, Tontolone, Brontolone e Vanitoso si uniscono perciò ai loro amici umani Patrick e Grace Winslow e vanno alla sua ricerca. Nel frattempo Puffetta, che si è sempre sentita diversa dagli altri puffi, ha stretto un legame speciale con Pestifera e Frullo. Si lascerà convincere dai suoi amici che il loro amore per lei è Vero Blu?
  • Altri titoli:
    I Puffi 2 3D
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: ANIMAZIONE, COMMEDIA, FANTASY, LIVE-ACTION
  • Specifiche tecniche: SONY CINEALTA F65, SRMEMORY, F65 RAW (4K)
  • Tratto da: personaggi dei fumetti e dei cartoni animati ideati da Peyo
  • Produzione: KERNER ENTERTAINMENT COMPANY
  • Distribuzione: WARNER BROS. PICTURES ITALIA
  • Data uscita 19 Settembre 2013

TRAILER

RECENSIONE

di Alessandra De Tommasi

Le creaturine di Peyo, con il colore tipico della fifa più grande e del sangue più nobile, tornano in un avventuroso sequel ambientato a Parigi. La vera star della storia, però, resta Gargamella (Hank Azaria), un cattivo pasticcione con il diabolico gatto Birba al seguito, che conquista la fama mondiale come illusionista. Tre anni dopo gli eventi del primo film, il mago è sempre più deciso a trasformare i Monelli in autentici omini blu. Per carpirne la formula magica sfrutta le insicurezze di Puffetta e le fa credere di essere l’unico in grado di amarla davvero.
Ad aver smarrito la via di casa non sono solo i Puffi, ma anche i loro amici umani: attraverso un riuscito gioco di specchi anche Patrick (Neil Patrick Harris) e Grace (Jayma Mays) scoprono il vero senso della famiglia. Le lezioni di vita di Grande Puffo, intervallate da gustosi e rocamboleschi siparietti, riescono a far divertire soprattutto i più piccoli per l’ingenuità del racconto, meno dispersivo e confuso rispetto al capitolo precedente.
I Puffi 2 diventa un’anima da favola moderna grazie alle strizzatine d’occhio ai social network (al villaggio tutti hanno un profilo Facepuff) e alle mode assurde (la Gargamania fa sold out in ogni data del tour). Gli effetti speciali dignitosi e la fotografia accattivante infiocchettano un prodotto frizzante e colorato da tutte le sfumature dello stupore che solo i bambini sanno provare.

NOTE

- VOCI DELLA VERSIONE ORIGINALE: KATY PERRY (PUFFETTA), JONATHAN WINTERS (GRANDE PUFFO), CHRISTINA RICCI (VEXY), JB SMOOVE (HACKUS), GEORGE LOPEZ (PUFFO BRONTOLONE), ANTON YELCHIN (PUFFO TONTOLONE), JOHN OLIVER (PUFFO VANITOSO), ALAN CUMMING (PUFFO CORAGGIOSO), FRED ARMISEN (PUFFO QUATTROCCHI), SHAQUILLE O'NEAL.

CRITICA

"Primordiale nella narrazione, il film di Raja Gosnell non perde simpatia e vitalità: stavolta davvero lo si consiglia ai bambini, per un action alla Tom e Jerry." (Maurizio Porro, 'Il Corriere della Sera', 19 settembre 2013)

"Per i più piccoli arriva 'I Puffi 2' di Raja Gosnell che seguendo la stessa struttura narrativa del primo capitolo riporta nel mondo umano un manipolo di coraggiosi omini blu, questa volta in missione a Parigi, per salvare Puffetta rapita da Gargamella. Le due new entry i puffi monelli costruiti dal perfido mago - regalano brio alla storia, peccato che la loro necessaria integrazione nel gruppo passi dal colore della pelle, rigorosamente uguale per tutti." (Alessandra De Luca, 'Avvenire', 19 settembre 2013)

"I Puffi son tornati, forti del successo del primo episodio. Nel sequel, si ragiona sul concetto di famiglia facendolo ruotare intorno al rapimento di Puffetta, indecisa tra Garganella, suo padre naturale e Grande Puffo, quello adottivo. I bimbi sorridono qua e là. Però, un po' più di originalità non avrebbe guastato. Sarebbe bastata, per dire, quella strategia utilizzata per disseminare nella pellicola, neanche tanto velatamente, prodotti dolciari noti in scene create ad arte." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 19 settembre 2013)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy