I gioielli di Madame de...

Madame de...

ITALIA, FRANCIA - 1953
I gioielli di Madame de...
Una signora dell'alta società parigina, Louise, moglie di un generale, dovendo pagare certi debiti, vende un paio di preziosi orecchini. Quei gioielli erano un dono di nozze del marito: per giustificarne la scomparsa, Louise afferma di averli smarriti. Per non aver noie, il gioielliere, che li ha acquistati, li riporta al generale, e questi li offre ad una ex amante, della quale vuol liberarsi per sempre. La donna, che si è trasferita a Costantinopoli, vende poco dopo gli orecchini per pagare dei debiti di gioco. I preziosi gioielli vengono più tardi acquistati da un giovane diplomatico, il conte Donati, che parte poco dopo per Parigi. Qui il conte incontra ad una festa Louise, se ne innamora e il suo amore è ricambiato. Quando i pettegolezzi, provocati dalla loro relazione, inducono il conte ad allontanarsi da Louise, egli le offre come ultimo pegno d'affetto gli orecchini acquistati a Costantinopoli. Ma le menzogne, che la ricomparsa dei gioielli hanno reso necessarie, aggravano la situazione, avviandola ad un tragico epilogo. Un duello deve aver luogo tra il generale e il conte Donati: nell'offrire alla Madonna i fatali orecchini, Louise ne invoca l'intervento. Ma più tardi il rumore di una pistolettata, che giunge al suo orecchio, l'accerta dell'avvenuta tragedia e la fa cadere esanime.
  • Altri titoli:
    The Earrings of Madame de...
  • Durata: 100'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Tratto da: romanzo omonimo di Louise de Vilmorin (ed.Sellerio).
  • Produzione: FRANCO LONDON (PARIGI), RIZZOLI (ROMA)
  • Distribuzione: DEAR, DVD: MEDUSA HOME ENTERTAINMENT (2005)

NOTE

SUONO: ANTOINE PETITJEAN - TEATRO: BOULOGNE - ESTERNI: LA FORESTA DI RAMBOUILLET -
PRIMA: 16 SETTEMBRE 1953 A PARIGI.

CRITICA

"E' un lavoro di buona fattura." ('Segnalazioni cinematografiche', vol.34, 1953)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy