Hypercube - Cubo 2

Hypercube: Cube 2

CANADA - 2002
Hypercube - Cubo 2
Otto estranei si risvegliano in una stanza cubica, ma non hanno nessuna idea di come vi siano arrivati. Quando si rendono conto di trovarsi in una strana quarta dimensione, piena di trappole e insidie, dove le normali leggi della fisica sono sovvertite, devono scoprire il modo di uscirne e sopravvivere.
  • Altri titoli:
    Cube²: Hypercube
    Cube2: Hypercube
    Hypercube
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: FANTASCIENZA, HORROR, THRILLER, FANTASY
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85) - DE LUXE
  • Produzione: GHOST LOGIC, LIONS GATE FILMS INC.
  • Distribuzione: EAGLE PICTURES
  • Vietato 14
  • Data uscita 14 Febbraio 2003

NOTE

- REVISIONE MINISTERO MARZO-APRILE 2003.

CRITICA

"Nel 1998, 'The Cube', il Cubo, thriller futuristico angoscioso con risvolti metafisici diretto dal giovane regista italo-canadese Vincenzo Natali, non era affatto male. (...) 'Hypercube' è il seguito, diretto da Andrzej Sekula, il polacco ex direttore della fotografia anche di film di Quentin Tarantino. Ma, più che un numero 2, può sembrare semplicemente un rifacimento, una ripetizione del primo film: ancora una volta un gruppo di persone senza alcun legame tra loro è chiuso negli spazi comunicanti del Cubo, in una dimensione sempre più da incubo e sempre meno sopportabile; ancora una volta la situazione esaspera aggressività e isterie; ancora una volta la morte è il frutto dello spavento. Professionalmente il film è a suo modo inappuntabile, ma l'accuratezza non arriva a migliorare le prestazioni degli attori, né a dare un senso alla vicenda". (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 16 febbraio 2003)

"Altri personaggi rinchiusi in un cubo (antipatici come sempre). Un diverso finale. Altro giro, altri regali (ma più che simili a quelli del fortunato film capostipite). Se già il film di Vincenzo Natali girava ombelicamente intorno a un'idea da corto, figuriamoci il sequel. L'unica sequenza per la quale valga la pena riguarda l'abbraccio rotatorio passionale e 'autoessiccante', sospeso nell'aria, che sembra venir fuori da un video di Chris Cunningham. Il resto, sa di rancido, di plastica, tutto computer grafica, trasparente, senza alcuno spessore. Non si sentono i corpi, il sangue, il 'gore': e per un film di genere che ruota intorno a un gioco al massacro umano, è una condanna. Gli ostacoli, i pannelli, le trappole, i giochini ottici, i countdown sono di serie, e come tali, inodori e insapori. Esattamente come gli interpreti". (Pier Maria Bocchi, 'Film Tv' 18 febbraio 2003)

"Sequel di 'Cube', gioiellino del '97 diretto da Vincenzo Natali, 'Hypercube - Cube 2' di Andrzej Sekula è un insulto per i fan dell'onesto, e inventivo, originale. Noiosissima fantascienza senza fantasia. Ritmo inesistente e effetti speciali ridicoli per la seconda regia di Andrzej Sekula, ex direttore della fotografia di Tarantino. Altro che 'serie b', questo è puro trash". (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 14 febbraio 2003)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy