HOW I KILLED A SAINT

KAKO UBIV SVETEC

FRANCIA, SLOVENIA, MACEDONIA - 2004
HOW I KILLED A SAINT
Viola è una ragazza di 25 anni ed è nata in Macedonia. Vive da molto tempo da sola negli Stati Uniti, lontana dalla sua famiglia, di cui ha solo ricordi lontani legati all'infanzia e ai primi anni dell'adolescenza. Un giorno la ragazza decide di tornare a casa, riabbracciare i suoi e cercare di inserirsi nel paese natio. Ma la Macedonia che si trova davanti al suo arrivo è diversa da quella che ricordava. Il paese è allo stremo delle forze e la popolazione, scontenta, è in subbuglio. Le forze della Nato non riescono a placare gli animi e a domare il malcontento che si esprime in atti di terrorismo. Spesso la situazione degenera ed esplodono violenti scontri con i manifestanti. Anche a casa di Viola, niente è più come un tempo. Suo fratello minore, Kokan, vuole diventare un terrorista, convinto che solo nella lotta e nella violenza si possa ritrovare la via della vittoria e del benessere. I suoi genitori sembrano vivere solo per se stessi, completamente staccati dal mondo, dimentichi di tutto. Suo nonno, un ex-combattente, si è arreso e passa le sue giornate seduto davanti al televisore mascherando la sua angoscia con il rumore e il vociare continuo. Kokan, che ha ormai preso le sue decisioni, vuole passare all'azione: è pronto per il suo primo attentato. Anche la vita di Viola, come la sua, sta per cambiare...
  • Durata: 82'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM
  • Produzione: LABINA MITEVSKA PER SISTERS AND BROTHER MITEVSKI, IN COLLABORAZIONE CON E-MOTION FILM, SLOVENIA SILKROAD PRODUCTION
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy