Halloween Kills

USA - 2020
2,5/5
Halloween Kills
Pochi minuti dopo che Laurie Strode, sua figlia Karen e la nipote Allyson hanno lasciato il mostro mascherato Michael Myers ingabbiato e bruciato nel seminterrato, Laurie, gravemente ferita e convinta di essersi finalmente liberata per sempre del pericoloso killer, viene portata d'urgenza in ospedale. Michael, però, non è morto ed è riuscito a liberarsi riprendendo il suo rituale bagno di sangue. Mentre Laurie combatte il suo dolore e si prepara a difendersi, ispira tutta Haddonfield a ribellarsi contro il mostro inarrestabile. Le donne Strode si uniscono così a un gruppo di altri sopravvissuti formando una folla di vigilanti che darà la caccia a Michael cercando di farla finita una volta per tutte...
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR
  • Tratto da: personaggi creati da John Carpenter e Debra Hill
  • Produzione: MALEK AKKAD, JASON BLUM, BILL BLOCK PER BLUMHOUSE PRODUCTIONS, UNIVERSAL PICTURES, MIRAMAX, TRANCAS INTERNATIONAL FILMS
  • Distribuzione: UNIVERSAL PICTURES INTERNATIONAL ITALY
  • Data uscita 21 Ottobre 2021

TRAILER

RECENSIONE

di Federico Pontiggia

Nel 2018 David Gordon Green aveva osato risvegliare l’istinto omicida di Michael Myers, in sonno da 40 anni, dalla strage di Halloween nel 1978 dopo cui venne rinchiuso in un manicomio criminale. Messi tra parentesi i vari sequel e i due reboot firmati da Rob Zombie, la saga horror ripartiva con i crismi del caso:  il demiurgo John Carpenter (produttore esecutivo e dello score) e Nick Castle e Jamie Lee Curtis per Michael Myers e Laurie Strode.
Tre anni dopo, ecco Halloween Kills, ancora diretto da David Gordon Green: Fuori concorso a Venezia 78, dove Jamie Lee Curtis viene insignita del Leone d’Oro alla carriera.

Nel cast Judy Greer, Andi Matichak, Will Patton, Thomas Mann e Anthony Michael Hall, si riparte da dove il ritorno al futuro del serial killer mascherato ci aveva lasciato: alcuni minuti dopo che Laurie Strode, la figlia Karen e la nipote Allyson hanno lasciato Michael Myers avvolto dalle fiamme nello scantinato della casa di Laurie, la donna viene portata gravemente ferita in ospedale, convinta però di avere ucciso il suo persecutore.

Ma Michael non è spacciato, e il sangue può riprendere a scorrere: Haddonfield riprecipita nell’orrore, vecchi superstiti e parvenu cadono parimenti, Laurie non può nulla, e non è l’unica. Ma c’è un’evoluzione nel Male incarnato dallo psicopatico pluriomicida: un gruppo di improvvisati vigilanti promette che il male morirà stanotte, eppure saranno gli innocenti a farne le spese…

Questo contagio è l’elemento più interessante del sequel, e invero non ce ne sono molti altri: Jamie Lee Curtis è poco più di un cammeo; Myers una furia letale ma banale, ovvero piatta, a parte per qualche fortunata esecuzione, come quella dei pompieri; il popolino vittima e carnefice insieme, sfondo senza profondità psicologica.

Insomma, la si tira per le lunghe, con grande spargimento di plasma e risicato interesse, probabilmente anche dei fan. Non bastasse, si veda l’epilogo, l’effetto sandwich, tra il primo del 2018 e il terzo che verrà, è palese: il secondo incomodo, questo Halloween Kills.

NOTE

- FUORI CONCORSO ALLA 78. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2021).

- PRODUTTORI ESECUTIVI: JOHN CARPENTER, JAMIE LEE CURTIS, DANNY MCBRIDE, DAVID GORDON GREEN, RYAN FREIMANN.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy