GLI ORIZZONTI DEL SOLE

ITALIA - 1954
Linda Del Balzo nota cantante lirica che la sua vita di artista costringe a lunghi viaggi e soggiorni all'estero, ha affidato Paolo il suo figlioletto undicenne, ad un collegio, retto da religiosi, sul Lago Maggiore. La sua particolare situazione familiare - Paolo è anche orfano di padre - e la disciplina del collegio influiscono sfavorevolmente sull'animo del ragazzo, il quale sentendosi solo, credendosi incompreso, una notte s'imbarca di nascosto e fugge sul lago. Sorpreso da un violento temporale, Paolo riesce a malapena a raggiungere la riva e viene raccolto, svenuto e febbricitante da un vecchio naturalista che ha lì su un'isola del lago, il suo laboratorio. Curato e assistito con affetto, Paolo può superare felicemente una grave malattia. Intanto il professore cerca di scoprire le cause, che hanno determinato la fuga del ragazzo e si rende conto che la causa immediata è stata l'incomprensione, di cui ha dato prova, nei suoi riguardi il giovane prefetto del collegio. A differenza di quanto succedeva in collegio, il professore lascia al ragazzo piena libertà e trova modo di metterlo a contatto con la natura, facendogliene ammirare, nella vita delle formiche nella formazione dei cristalli, nello sviluppo delle piante, le nascoste meraviglie. Per tali vie rivela al piccolo ribelle il senso più risposto dell'essere; mentre i battibecchi con la piccola lattaia e la tragica fine di un barcaiolo lo mettono a contatto coi problemi della vita quotidiana Un nuovo sentimento è germogliato nel cuore di Paolo, il quale, dopo la visita della madre, accetta tranquillamente di tornare in collegio.

CAST

NOTE

IL FILM E' STATO PRESENTATO ALLA MOSTRA DEL FILM PER RAGAZZI A VENEZIA.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy