GLI ESECUTORI

ITALIA - 1976
Tre sconosciuti si impadroniscono di una grossa quantità di eroina nascosta in un crocifisso ligneo giunto dalla Sicilia quale dono del "boss" della droga Salvatore Francesco ai pescatori italiani di San Francisco. Poiché costui si dichiara del tutto estraneo alla vicenda - offeso, anzi, dall'uso sacrilego della sua statua - suo nipote Ulisse si incarica di scoprirne i responsabili. Un viaggio in Sicilia gli consente di dare un nome agli autori del furto e, una volta tornato a San Francisco di rintracciarli con l'aiuto dell'amico Charlie. Misteriosi sicari, però, uccidono i tre uomini: la loro morte consente a Ulisse di recuperare la droga, ma non di accertare per conto di chi avessero agito. La soluzione, finalmente, gli viene da un colloquio col vescovo cattolico di San Francisco, che ben conosce l'immoralità di Salvatore. Sapendo, ora, che all'origine di tutta la vicenda c'è suo zio e che questi gli ha anche ucciso il padre, in Sicilia, Ulisse affronta il "boss" e lo ammazza.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA TECHNICOLOR
  • Produzione: AETOS
  • Distribuzione: AGORA

NOTE

REVISIONE MINISTERO OTTOBRE 1995

CRITICA

"Assurdo e farraginoso poliziesco, che con instistita violenza e dialoghi rasoterra, galleggia goffamente sull'Atlantico e sulle incongruenze, mettendo il fila tutto il ciarpame trafugato a mille altre pellicole. Neanche il volendo si può scambiare per siciliano il legnoso (ben più del crocifisso) turista inglese Roger Moore, in licenza temporanea dai film di 007". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 4 aprile 2003
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy