Gli eroi del doppio gioco

ITALIA - 1962
Durante la guerra, Benito terzo figlio di una famiglia fascista in cui il padre è un podestà, provato dall'esperienza del fronte russo, si ribella e si unisce ad un gruppo di partigiani seguito da Luciana, figlia di un gerarca, che ha conosciuto all'Università di Bologna. I loro padri e fratelli quando giungono gli americani cercano di cancellare i segni del loro passato facendo il doppio gioco e vengono creduti. Finita la guerra, Benito e Luciana si sposano: chiameranno loro figlio Adamo, simbolo del fatto che si deve ricominciare tutto da capo.
  • Durata: 92'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMICO, COMMEDIA
  • Produzione: FORTUNATO MISIANO PER ROMANA FILM
  • Distribuzione: ROMANA FILM

CRITICA

"Le pretese di comicità del film restano impigliate in un grossolano gioco di parole e di situazioni: la retorica più ovvia sulla storia recentemente vissuta è largamente profusa; la recitazione degli attori è teatrale da un lato, e dilettantistica dall'altro, lasciando scoperta una mancanza di misura che fa scadere questo film al livello di una farsa molto facile. Regia molto debole." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 52, 1962).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy