Ghost Dog - Il codice del samurai

Ghost Dog: The Way of the Samurai

USA - 1999
Ghost Dog - Il codice del samurai
Ghost Dog vive in una capanna in cima al tetto di un edificio abbandonato, con la sola compagnia dei piccioni viaggiatori. Scandita dalla lettura e dall'osservanza delle regole d'onore di un antico codice samurai, la sua giornata trascorre nell'assolvimento del suo lavoro di killer al servizio di Louie, un mafioso che, anni prima, è intervenuto salvandolo dall'aggressione di una gruppo di bianchi fanatici. Ghost Dog arriva, esegue, e poi invia a Louie un piccione per informarlo del lavoro fatto. Per una serie di disguidi, un incarico non arriva a termine e Ghost diventa il bersaglio in una caccia all'uomo ordinata dal boss Varga, con obiettivo finale forse lo stesso Louie. In ossequio al codice, per Ghost Dog salvare Louie diventa il primo dovere. Comincia così una guerra personale contro la 'famiglia', ben sapendo di andare incontro alla propria fine.
  • Altri titoli:
    Ghost Dog - Der Weg des Samurai
    Ghost Dog, el camino del samurai
    Ghost Dog, la voie du samouraï
  • Durata: 116'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85) - DE LUXE
  • Produzione: JIM JARMUSCH, RICHARD GUAY E DIANA SCHMIDT PER PLYWOOD PRODUCTIONS, BAC FILMS, CANAL+, JVC ENTERTAINMENT, PANDORA FILMPRODUKTION, ARD, DEGETO FILM
  • Distribuzione: BIM COLUMBIA TRISTAR FILMS ITALIA - ELLEU MULTIMEDIA
  • Vietato 14

NOTE

- REVISIONE MINISTERO GENNAIO 2000.

CRITICA

"Il tema, identico a quello dell'ottimo 'Dead Man', è qui svolto con qualche nota eccentrica in più. Meno 'classico' del precedente in fatto di stile, e più intellettuale in fatto di riferimenti colti, 'Ghost Dog' è comunque ricco di suggestioni politiche e culturali, dalla dialettica tradizione/modernità alle tensioni razziali. Alcune fra le massime di 'Hagakure' (libro di per sé straordinario nella sua rappresentazione dell'etica samurai) che appaiono sullo schermo in sovrimpressione sono state emendate e riscritte dallo stesso Jarmush". (Paolo Cherchi Usai, 'Segnocinema', settembre/ottobre 2000)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy