Gesù di Nazareth

GRAN BRETAGNA, ITALIA - 1976
- PRIMA PARTE: Inizia con l'annuncio della nascita del Redentore, prosegue con gli episodi dell'infanzia di Gesù e si completa con gli avvenimenti più significativi della vita pubblica del Signore che, prima di lasciare la Galilea, annuncia la propria missione in Gerusalemme e profetizza la Tragedia del Golgotha.

- SECONDA PARTE: E' preceduta da una incisiva e significativa sintesi della parte precedente: il Battesimo di Gesù (Lui è l'angelo sacrificale), la risurrezione della figlia di Giairo (Lui è la Risurrezione e la Vita), la grande predicazione e i miracoli (Lui è il fondatore del Regno), la visione del mistero centrale della Redenzione (Lui morirà per risorgere e far risorgere). Quindi espone gli episodi più noti dell'ultima settimana a Gerusalemme: l'ingresso nella città, la cacciata dei profanatori dal Tempio, i discorsi e le acerbe dispute nel Tempio, la Cena, l'agonia nel Getzemani, la Passione, Condanna, Crocifissione, Risurrezione e missione degli apostoli e della Chiesa.

CAST

NOTE

- DEL FILM ESISTE UNA VERSIONE DI OTTO ORE PER LA TELEVISIONE.

CRITICA

"La bella favola, la meravigliosa leggenda di Gesù viene riproposta da Zeffirelli con un gusto estetizzante e squisito che (...) suscita viva ammirazione ed incanto estetico, più che produrre genuina commozione poetica e profondo coinvolgimento morale. Si resta, certo, piacevolmente attratti, e talvolta addirittura sedotti da questo spettacolo denso e multiforme, colorito ed elegante, animato e sfarzoso, gremito di personaggi remoti e al tempo stesso familiari, di scenografie preziose e di paesaggi africani estremamente suggestivi; ma ciò avviene per le vie degli occhi, più che le vie dell'intelletto." (Dario Zanelli, 'Il Resto del Carlino', 27 novembre 1977)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy