FROU-FROU

ITALIA - 1918
Gilberta, una giovane signora spensierata, trova noiosa la vita quotidiana con il marito, il conte Sartorys, diplomatico di carriera ma uomo molto flemmatico, per cui inizia a fare la civetta con Valréas, un nobile assai libertino. In realtà Gilberta vuole solo attrarre su di sè l'attenzione del marito ma Sartorys, venuto a conoscenza del comportamento della moglie, sfida a duello Valréas e lo uccide. Poi scaccia di casa la moglie ritenendo di essere stato da lei tradito. Un anno dopo Gilberta, ridotta in povertà e ammalata, chiede e ottiene il perdono del marito e muore tra le sue braccia.

CAST

NOTE

LUNGHEZZA: 2078 MT.

CRITICA

"Nemmeno questa volta la Caesar-film, ha saputo produrre il suo capolavoro. "Frou-frou"ha deliso ogni nostra aspettazione poiché non è quel film d'arte che noi credevamo di vedere. (...) Presentato come un film di produzione normale, noi non avremmo avuto nulla da ridire. Ma presentato come un film di produzione 'extra' noi purtroppo dobbiamo essere molto severi a giudicarlo. In ultima analisi, di straordinnio, di extra, in questo film non c'è che la Bertini." (Bertoldo in "La vita cinematografica", Torino, 22.02.1919)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy