FIGLIO MIO SONO INNOCENTE

ITALIA - 1978
FIGLIO MIO SONO INNOCENTE
Mario è un giovane napoletano, marito fedele di Lucia e padre del novenne Salvatore. Rappresentante di commercio abbastanza abile, si trasferisce frequentemente a Milano per conto di Filomena, padrona di una industria di scarpe. Piuttosto ingenuo, Mario non s'è mai accorto che Filomena e il suo socio Vincenzo si servono di lui per un traffico di droga, nascosta nei tacchi delle calzature che trasporta. Sa che la datrice di lavoro lo vorrebbe per sé e lo ricatta per mezzo del cadavere di una suicida fatto trovare accanto al suo letto; ma non ha mai fatto parola di questa persecuzione alla povera Lucia. Filomena, decisa a raggiungere i propri meschini obiettivi, combina una messa in scena per fare apparire la rivale come adultera e così spingere Mario al divorzio. Tutto quello che ottiene, però, è che Lucia diviene preda di paralisi isterica come conseguenza di una caduta. Mentre le macchinazioni di Filomena e di Vincenzo continuano, un poliziotto amico di Mario indaga e scopre la verità con la collaborazione dei numerosi amici della vittima. Scagionato, Mario accorre alla chiesa ove Lucia, dopo avere pregato la Vergine Santa, riacquista l'uso delle sue gambe.
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA - COLORE
  • Produzione: EUROPHILIA
  • Distribuzione: REAK INDIPENDENTI REGIONALI - AVO FILM
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy