Ex - Amici come prima!

ITALIA - 2011
2/5
Ex - Amici come prima!
Per una serie di incredibili scherzi del destino, le esistenze di una alcune coppie allo sbaraglio si incrociano: un uomo sta per sposare quella che pensa sia la compagna della sua vita, ma sulla sua strada arriva la donna dei suoi sogni, già incontrata un tempo e ritrovata nel momento meno opportuno; una brava avvocatessa divorzista, da poco abbandonata dal suo compagno, è il terrore dei futuri ex mariti, fino a quando incontra l'Uomo Giusto, che però è anche l'ex marito sbagliato di una delle sue assistite; un uomo disperato per essere stato scaricato, per superare il trauma decide di ricorrere alle cure di uno psicoanalista: un casuale scambio di persona con il suo medico, però, gli farà scoprire che anche la psichiatria può avere risvolti piacevoli; una donna, affascinante e potente Primo Ministro straniero, fa perdere la testa a uno sposatissimo deputato meridionale con pochi scrupoli e molte ambizioni; un single incallito colleziona storie con ragazze piene di ex, ma anche per lui è in arrivo la più inaspettata delle sorprese.
  • Durata: 98'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: FULVIO E FEDERICA LUCISANO PER ITALIAN INTERNATIONAL FILM, IN COLLABORAZIONE CON RAI CINEMA
  • Distribuzione: 01 DISTRIBUTION
  • Data uscita 7 Ottobre 2011

TRAILER

RECENSIONE

di Marina Sanna
Da Fausto Brizzi a Carlo Vanzina, cambiando storie e protagonisti. A dare la continuità restano Alessandro Gassman e Vincenzo Salemme, mentre la squadra femminile è nuova di zecca: Teresa Mannino contro Liz Solari (ex fiamma del neo marito Enrico Brignano), Tosca D'Aquino (moglie rapace di Salemme) vs. Natasha Stefanenko e Anna Foglietta, vittima del caso. Il fil rouge, tra le vicende è che tutti, o quasi, sono “ex”. Personaggi che dovrebbero riflettere l'attualità: il politico Salemme, che da farmacista si ritrova al parlamento europeo, pensando a come sfruttare la sua posizione di miracolato. E invece durante un viaggio aereo incontra una donna che gli fa cambiare vita (…). Andamento lento, con qualche battuta azzeccata. Meno quelle sull'Italietta di oggi. Quando Salemme si accorge che la bella bionda è un primo ministro balcanico, mormora: “Sono andato a letto con un premier, proprio come una escort” o “Da noi cenare con un premier non fa notizia”. Far ridere è impossibile, soprattutto se sono cose arcinote (e Salemme non è Albanese). Per scalfire l'apatia dello spettatore, bisogna essere molto più feroci, come ben sapevano i grandi registi della commedia all'italiana.

CRITICA

"I Vanzina alle prese con un sequel libero della commedia di Brizzi (genere telefonini bianchi, avulso dalla vita vera e complice della volgarità di massa) in cui varie coppie si rincorrono amandosi e odiandosi dal giorno delle nozze. La Italietta trash da pochade, lontana da Sandra Bullock, con battutine contro premier ed escort perché si volta pagina e cast di attori bravi, un panorama di simpatici isterici e passerella di nevrosi: ma Gassman non meriterebbe di più?" (Maurizio Porro, 'Il Corriere della Sera', 7 ottobre 2011)

"Fin dal logo sembra uno spin-off di 'Ex', il film di Brizzi, ma qui sono all'opera i fratelli Vanzina e quindi l'operazione trova un segno diverso, più da commedia di costume che da puro meccanismo comico. E il termine 'ex' viene declinato in tutti i suoi significati, non solo sentimentali (noi che scriviamo e voi che leggete, ad esempio, siamo ex comunisti). Non sono però, i Vanzina, 'ex cinefili' il film è pieno di citazioni dal cinema contemporaneo, italiano e soprattutto internazionale. Il che lo rende più ambizioso rispetto alla media delle commediole che infestano gli schermi." (Alberto Crespi, 'L'Unità', 7 ottobre 2011)

"Produttori al potere: Federica & Fulvio Lucisano, reduci da cinque anni di successi da 'Notte prima degli esami' a 'Nessuno mi può giudicare', invitano i Vanzina a entrare in famiglia per seguire la scia di Brizzi, ex pupillo regista di 'Ex'. Titolo: 'Ex: Amici come prima'. Appunto. Il marchio Lucisano è mix di risata & amore più attori feticcio come la splendida Foglietta, qui avvocato che tratta rudemente un maldestro Gassman (adorabile episodio). Il contributo Vanzina è una serie di raccordi eleganti tra le storielle (scelta stilistica già ammirata in 'Barzellette'), l'innesto del fedele Brignano e un lato femminile, per non dire femminista, che appartiene ai Vanzina Bros. come insegnano 'Il pranzo della domenica' o 'L'ultima sfilata'." ('Il Messaggero', 7 ottobre 2011)

"Con i Vanzina si va sempre sul sicuro: si ride e non ci si annoia. (...) Un'ora e mezzo di leggerezza e umorismo in pieno disimpegno. Cosa chiedere di più?" (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 14 ottobre 2011)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy