ERA UNA NOTTE BUIA E TEMPESTOSA...

ITALIA - 1985
Felix lavora (ma senza grande successo) in un "cabaret". Riesce a trovare una camera nell'appartamento di Valentina, dove vive pure Riccardino. Sono tre anime solitarie e patetiche che convivono sostanzialmente di buon accordo. Tutti i piccoli eventi della loro quotidianeità sono sentiti e vissuti come se l'alloggio stesso fosse un esiguo spazio scenico. Parole e silenzi, movimenti e reazioni sono scanditi da ritmi di marca cabarettistica. Finché un giorno arriva lo sfratto: Valentina, sempre persa in sogni di romantiche avventure e di lussi raffinati, è morosa da un anno. I tre debbono sloggiare. Forse si ritroveranno ancora (ma quando? e dove?), per continuare quella stralunata convivenza, dove però non fanno difetto nè amicizia, nè calore umano.

CAST

CRITICA

I Giancattivi senza Francesco Nuti, decollato verso altri lidi, funzionano a corrente alternata. L'umorismo di Benvenuti spesso risulta incomprensibile. Brava Athina Cenci. (Francesco Mininni, Magazine italiano tv). Commedia esile, ma di garbo, con personaggi ben schizzati e un ritmo vagamente affannoso, in bilico tra la comicità rarefatta del cabaret e la grafica stilizzata del fumetto. Senza cadute nel pecoreccio, e con molte battute a segno. (Laura e Morando Morandini, Telesette)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy