Epic Movie

USA - 2007
Epic Movie
Quattro giovani orfani - uno allevato dal curatore del Louvre, un campione messicano di lotta libera, un mutante e una ragazza che, su un aeroplano, ha avuto strani incontri ravvicinati con dei serpenti - stanno per vivere la più strana avventura della loro vita. Mentre sono in visita ad una fabbrica di cioccolato si imbattono in un armadio fatato attraverso il quale entrano nel mondo di Gnarnia, un universo parallelo governato dalla malvagia White Bitch. I ragazzi, per sconfiggere la strega cattiva, si uniscono ad un Capitano pirata, ad alcuni maghi in erba e ad un leone saggio, ma sessualmente affamato.
  • Altri titoli:
    Bob Bailey
    Big Movie
    Fantastic Movie
  • Durata: 86'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85), ARRIFLEX - DE LUXE
  • Produzione: NEW REGENCY PICTURES, REGENCY ENTERPRISES, TWENTIETH CENTURY-FOX FILM CORPORATION
  • Distribuzione: 20TH CENTURY FOX ITALIA
  • Data uscita 27 Aprile 2007

RECENSIONE

di Valerio Sammarco
Dopo aver preso in giro la recente produzione horror e le ultime commedie romantiche (gli innumerevoli Scary Movie e il nuovo nato Hot Movie) Jason Friedberg e Aaron Seltzer hanno deciso di scagliare la loro vis demenziale contro il genere cinematografico più "grande" di tutti: il kolossal hollywoodiano dal budget elevatissimo e dagli effetti speciali roboanti. Il racconto, come sempre accade in queste operazioni, è solo un pretesto per riproporre e (il sospetto comincia a diventare quasi certezza) per continuare a reclamizzare i titoli più fortunati della stagione appena trascorsa: quattro orfani sfigati si ritrovano nella Fabbrica di cioccolato di Willy Wonka per poi attraversare un armadio e catapultarsi nell'innevato e misterioso paese di "Gnarnia". Quaranta milioni di dollari incassati in patria l'unico "merito" di una parodia che, oltre a volgarità gratuite e collage sparsi tra le varie pellicole prese di mira, ha davvero ben poco altro da offrire. Comicità lobotomizzante.

Per la recensione completa leggi il numero di maggio della Rivista del Cinematografo

CRITICA

"Non è che ora dovremo anche sdoganare i sottoprodotti degli scary ed hot movie? Lodata l'elegante frase di lancio - non è vero che troppe saghe fanno male! - la mission impossible è raccontare un mix sconsiderato, implacabile, di citazioni di bestseller recenti, al 70% 'Le cronache di Narnia' (ma dicono Giarnia, che geni!), poi 'La fabbrica di cioccolato' e 'Il Codice da Vinci'. Il problema è che fare una parodia non significa, come credono i due registi calzolai laureati Friedberg e Seltzer, rifare la stessa cosa con pochi mezzi e trucido spirito goliardico, bensì scoprirne punti deboli, ilarità celata, luoghi comuni. Questo è un insopportabile ripasso di successoni hollywoodiani che risulta ancora più molesto dei precedenti: la volgarità a questi livelli produce infinita noia e tristezza. Altro che epic! Proibito citare l'avanspettacolo: quello era una cosa seria, qui siamo nel trionfo del dilettantismo diseducativo." (Maurizio Porro, 'Corriere della Sera', 27 aprile 2007)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy