DUE CUORI UNA CAPPELLA

ITALIA - 1975
DUE CUORI UNA CAPPELLA
Cecilia Cacciamani ha raccolto un bel gruzzolo di gioie facendo ad usura il mestiere clandestino di "banco dei pegni" e, morente, lascia il tesoro al figlio Aristide con la raccomandazione: "non fare amicizia con nessuno non prestare denaro a nessuno, ma soprattutto evita le donne come la peste" Il giovanotto dopo avere nascosto il malloppo nella tomba di famiglia, si lascia intrappolare dalla bella Claudia di cui diviene l'amante sino a che non si presenta in casa certo Victor, sedicente marito della donna e reduce dalla galera. Aristide, circuito da Claudia e terrorizzato da Victor, finisce per sequestrare a scopo di estorsione la piccola Ines; poi, subodorato l'inganno, paga il riscatto con gioielli falsi. Claudia e Victor, sicuri del colpo, scoprono le proprie carte. Ma Aristide, finalmente sveglio e sicuro di sé, castiga Claudia con la merce falsa; e costringe Victor a sposare Speranza, la bruttina vicina di casa.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA TECHNICOLOR
  • Produzione: MARS
  • Distribuzione: CINERIZ

CRITICA

Diretto con pigrizia e recitato in modo eterogeneo è una commedia che sfrutta piattamente la comicità di Pozzetto (P.Mereghetti - Dizionario dei film).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy