Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto

How to Train Your Dragon: The Hidden World

USA - 2018
3,5/5
Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto
Ora capo e sovrano di Berk, al fianco di Astrid, Hiccup ha creato un regno dove uomini e draghi vivono insieme, al riparo dai cacciatori di draghi. Quando l'apparizione improvvisa di una femmina di drago, Furia Chiara, coincide con la minaccia più oscura che il loro villaggio abbia mai dovuto affrontare, Hiccup e Sdentato sono costretti a lasciare l'unica casa che abbiano mai conosciuto e viaggiare verso il Mondo Nascosto dove vivono tutti i draghi, considerato fino ad allora solo una creazione mitologica...
  • Durata: 104'
  • Colore: C
  • Genere: ANIMAZIONE, AZIONE, AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: (1:2,35)
  • Tratto da: basato sui libri per ragazzi della serie "Le eroiche disavventure di Topicco Terribilis Totanus III" di Cressida Cowell (ed. Mondadori)
  • Produzione: BONNIE ARNOLD, BRAD LEWIS PER DREAMWORKS ANIMATION, MAD HATTER ENTERTAINMENT
  • Distribuzione: UNIVERSAL PICTURES (2019)
  • Data uscita 31 Gennaio 2019

TRAILER

RECENSIONE

di Gian Luca Pisacane
Dragonheart, dentro al cuore del “mostro”. All’epoca la risposta era nelle stelle, dove riposava l’ultimo della sua specie. Artù, i suoi valori, i cavalieri senza paura, un “ammazzadraghi” sulla via della redenzione, per sfidare il tiranno e riscrivere il destino di un popolo. Come uccidere la bestia, come creare un legame, come addestrarla? How To Train Your Dragon titolava la fortunata serie di romanzi di Cressida Cowell, da cui nasce la saga di Dragon Trainer.

Allora, come oggi, il dilemma dell’esistenza si risolve guardando verso l’alto. Per capire che non siamo soli, in una sorta di riconciliazione tra il cielo e la terra. Bowen (un impavido Dennis Quaid) puntava gli occhi verso una nuova costellazione nel firmamento, Hiccup, giovane sovrano vichingo, costruisce la sua città in verticale, dove uomini e sputafuoco vivono felici. Dall’alto della “montagna” scruta l’orizzonte alla ricerca di inquietanti minacce, e abbraccia il suo regno con animo benevolo. Fino ad arrivare a una raggelante rivelazione per un cartone animato: i sogni non si avverano, i desideri sono solo utopie.

Dragon Trainer – Il mondo nascosto rappresenta la chiusura della trilogia, il finale malinconico di un’epopea dalle emozioni forti. Il cerchio si completa: il nostro eroe non è più un ragazzino, per crescere ha dovuto perdere una parte di sé, anche fisicamente. Lui non ha più una gamba, il suo fedele compagno “alato” (Sdentato) ha una coda posticcia. La spensieratezza cede il passo alle responsabilità, ma anche all’accettazione dell’altro, senza stravolgere la sua natura. Draghi/esseri umani. Le due facce della stessa medaglia, lo yin e yang (Furia Buia e Furia Chiara), la capacità di andare oltre l’aspetto minaccioso e gli aliti roventi.




Una terza avventura per prendere finalmente coscienza delle proprie capacità (Hiccup pensa di non valere niente senza Sdentato), per entrare nel mondo degli adulti (è tempo di sposarsi), e scoprire che cosa significa alzare muri. I sentimenti vengono soffocati dagli interessi, e l’atto d’amore più sincero diventa allontanarsi. Ognuno prende la sua strada, e sopravvive la memoria. Dragon Trainer – il mondo nascosto è una storia di incontri, di abbandoni. Tutti ci sentiamo un po’ orfani, di quando bastava il bacio di un principe per svegliarsi, di quando alle spalle c’era una famiglia di incredibili pronta a levarci dai guai.

L’universo selvaggio costruito dal regista Dean DeBlois è un luogo di lacerante solitudine, di meravigliosi colori. Sembra di tornare sul pianeta di Avatar, di lanciarsi in battaglia a fianco degli indigeni Na’vi. Splendide sequenze di volo, immerse nella furia degli elementi, tra il buio e la luce. Per poi atterrare in mezzo a un gruppo di guerrieri sgangherati, ma dal cuore grande. E andare alla ricerca del mondo nascosto, quello che nasce da una leggenda degli antichi, quello che forse è irraggiungibile, perché coesistere è impossibile, anche al cinema. Da antologia la sequenza di corteggiamento tra Sdentato e la sua “fiamma”.

NOTE

- VOCI DELLA VERSIONE ORIGINALE: JAY BARUCHEL (HIC), CATE BLANCHETT (VALKA), GERARD BUTLER (STOICK L'IMMENSO), CRAIG FERGUSON (SKARACCHIO RUTTANS), AMERICA FERRERA (ASTRID), JONAH HILL (MOCCIOSO), CHRISTOPHER MINTZ-PLASSE (GAMBEDIPESCE), T.J. MILLER (TESTA DI TUFO), KRISTEN WIIG (TESTABRUTA), DJIMON HOUNSOU (DRAGO BLUDVIST), KIT HARINGTON (ERET), F. MURRAY ABRAHAM (GRIMMEL).

- PRODUTTORI ESECUTIVI: DEAN DEBLOIS E CHRIS SANDERS.

CRITICA

"Dopo quelle del 2010 e 2014, esce la terza e ultima puntata di Dragon Trainer, serie di film di animazione ispirata ai libri di Cressida Cowell (Rizzoli), sceneggiata e diretta da Dean DeBlois: è' Il mondo nascosto', che doveva apparire nei cinema nello scorso giugno, ma il passaggio di proprietà della DreamWorks alla Universal (che lo distribuisce, sostituendo la Paramount della prima puntata e la 20th Century Fox della seconda) ne ha alterato i programmi. Come i Dragon Trainer precedenti, 'Il mondo nascosto' si rivolge ai bambini in età scolare, ma vuole attrarre anche chi aveva dieci anni nel 2010 e chi li aveva nel 2014. Volendo accontentare queste fasce d'età, DeBlois finisce col disorientare i più piccoli. Opta infatti per un ritmo sfrenato, con poche pause nelle quasi due ore di proiezione, confondendo anche gli adulti accompagnatori, dando per scontato che si conoscano a memoria, se non i libri della Cowell, almeno i vecchi film di DeBlois. Vari interrogativi sul pregresso restano dunque senza risposta per lo spettatore impreparato. (...) ". (Maurizio Cabona, 'Il Messaggero', 31 gennaio 2019)

"Esiste il colpo di fulmine? (...) Siamo arrivati al terzo e ultimo capitolo di «Dragon Trainer», la saga targata DreamWorks tratta dai libri di Cressida Cowell, e preparatevi a un finale epico. C'è tutto in questo «Mondo nascosto»: l'amicizia di una vita, la crescita, il distacco, un nemico cacciatore degno di tale nome, scene d'azione grandiose. Trilogia come format perfetto: il produttore della saga Brad Lewis è stato chiaro, questa è davvero l'ultima avventura del giovane vichingo Hiccup e il suo drago Sdentato. Si prevede qualche occhio lucido". (Claudia Ferrero, 'La Stampa', 31 gennaio 2019)

"Purtroppo, terza e ultima puntata di una serie di animazione curata, centrata e vivace per piccoli e genitori (secondo i canoni alti della Dreamworks). (...) Ispirato ai romanzi per ragazzi di Cressida Cowell, apparve al mondo cinematografico come avventura di formazione ed emancipazione di un ragazzino refrattario alla violenza e alla potenza virile barbara (scopre che i draghi, le paure, si possono addomesticare...). Qui, come nel secondo, l'educazione si ha nell'azione secondo le magie digitali." (Silvio Danese, 'Il Giorno, 7 febbraio 2019)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy