Donna è bello

ITALIA, FRANCIA, GERMANIA OCCIDENTALE - 1974
La cameriera Ottavia è sposata con Enea, un contadino comunista, ed è madre di un ragazzino ritardato, Piero, avuto col padrone, un conte fascista implicato nelle cosiddette "trame nere". Assente il marito, in Russia per un gemellaggio, la donna ospita in casa propria, dopo averlo scovato in una stalla, un giovane dinamitardo neofascista, Walter, e tra i due nasce un torbido rapporto erotico. Un giorno arrivano due complici del ragazzo e, al momento di andarsene, dimenticano in casa di Ottavia certe pillole nutrizionali, insieme ad altre mortalmente velenose (il povero Piero ne è la prima vittima). In seguito gli eventi precipitano: Walter salta in aria per l'inconsapevole azione della stessa Ottavia con due affiliati dell'organizzazione neofascista; Enea appena tornato dall'Unione Sovietica muore per colpa delle famose pillole e Ottavia, ormai sola, ammazza con esse il conte e abbandona per sempre il podere.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy