DISPERATAMENTE L'ESTATE SCORSA

ITALIA - 1970
Una giovane vedova, Lisa, in vacanza in Sardegna col figlio Maurizio, s'innamora di Alessandro, un ex-agente della Germania Orientale, costretto a riparare all'estero per avere favorito alcune fughe da Berlino Est. Pur ricambiando i suoi sentimenti, l'uomo cerca di staccarsi da Lisa per non coinvolgerla - sapendo che gli ex-colleghi non rinunceranno a fargli scontare il "tradimento" - in una vita di continuo rischio. Dopo una momentanea separazione, però, non solo Lisa non rinuncia ad Alessandro, ma quando scopre che due agenti della Germania Orientale sono riusciti a scoprire il suo rifugio sull'isola, cerca di farlo fuggire in Francia. Purtroppo, il tentativo fallisce e Alessandro, catturato dai suoi inseguitori, viene costretto a salire su un'automobile che dovrà riportarlo a Berlino Est. Lisa riesce però a liberare Alessandro che, impadronitosi di una macchina, si allontana, coi due segugi alle costole, su una strada tutta curve: ad una di queste, l'auto precipita in un burrone e s'incendia. Convinta che Alessandro sia morto, Lisa s'imbarca per il continente. L'uomo, che ha solo simulato un incidente per liberarsi dai suoi inseguitori, sapendo che prima o poi lo troveranno di nuovo, e che per tutta la vita il suo destino sarà quello di essere braccato, per il bene di Lisa, decide di rinunciare per sempre a lei.
  • Durata: 88'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: EASTMANCOLOR
  • Produzione: GINO MORDINI PER CLAUDIA CINEMATOGRAFICA
  • Distribuzione: INDIPENDENTI (REGIONALI)

CRITICA

Un ingenuo impasto di buoni sentimenti e situazioni drammatiche, reso però con scarsa efficacia. Poco convincenti gli interpreti alle prese con personaggi evanescenti (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy