DESTINO

ITALIA - 1951
Un giovane cadetto di marina s'innamora di Elena, cantante di varietà, e l'induce a lasciare la scena. Dal loro amore nasce una bella bambina: il giovanotto vorrebbe sposare l'amante, ma suo padre, ricco industriale, si oppone. In seguito all'intervento d'uno zio del giovane, valente avvocato, Elena s'allontana dall'amante e si rifugia con la bambina presso il proprio padrino, proprietario d'un Luna Park a Civitavecchia. Elena è accolta molto cordialmente dal padrino e dal fratello di latte; ma il suo arrivo desta la gelosia della fidanzata del fratello di latte, addetta al tiro a segno nel Luna Park. L'amante di Elena capita un giorno per caso a Civitavecchia ed avendo affrontato con violenza la donna, che l'ha lasciato, provoca l'intervento del fratello. Per difendere il fidanzato, la ragazza del tiro a segno uccide il cadetto, poi accusa Elena dell'uccisione. Elena viene condannata a 15 anni, mentre al padre dell'ucciso viene affidata la bambina. Scontata la pena e uscita di prigione, Elena ridarà col sacrificio dei propri occhi, la vista alla figlia, che una malattia ha reso cieca. Riabilitata dai tribunali Elena vivrà ormai cieca, con sua figlia.

CAST

NOTE

- SUPERVISIONE ALLA REGIA: DOMENICO GAMBINO.

- IL FILM E' ISPIRATO ALLA CANZONE DI ALDO BOVIO E ENZO DI GIANNI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy