DELITTO SULL'AUTOSTRADA

ITALIA - 1982
Il commissario di polizia Nico Giraldi questa volta, dopo tante altre avventure nelle quali si era in passato dimostrato abile investigatore, si trova alle prese con un gruppetto ben organizzato di teppisti dell'autostrada, capeggiati dal loro boss che li ricompensa con grosse partite di droga per il sequestro e furto di TIR carichi di preziosa merce (medicinali), da trasportare da una città all'altra. I camionisti complici arricchiscono velocemente e permettono a Nico, resosi per l'occasione loro collega conducente di TIR, di smascherarli dopo lungo e paziente pedinamento. Il sagace commissario però è anche un uomo: marito innamorato ed affettuoso papà di famiglia. I lunghi viaggi lo metteranno a contatto con tipi di ogni genere, e anche con Anna, una fortunata cantante, della quale si invaghisce fino a concepire il disegno di abbandonare la sua famiglia per spartire con lei la sua sorte futura. Se non fosse per il casuale concorso nella sua liberazione dai loschi individui della strada, ché intanto l'avevano identificato, d'un innocente allenatore di boxe con relativi allievi, e per il provvidenziale richiamo alla realtà della famiglia da parte del figlioletto Rocki, Nico avrebbe seguito il richiamo della sirena Anna. Ma, come s'è detto, alla fine tutto si aggiusta per il meglio ...

CAST

CRITICA

La trama, anche se scontata, ha un certo interesse per l'aggancio all'attualità e per la credibile prestazione del protagonista. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy