DELIRIA

ITALIA - 1987
DELIRIA
Un gruppetto di ballerini agli ordini di Peter Collins, un isterico regista, sta provando un balletto di cui fa parte Alicia. In una sera di pioggia questa, recatasi con Betty (la sarta di scena) in un ospedale per una storta, vede in un letto Irving Wallace, uno squartatore di donne, finalmente arrestato e ora sotto controllo. Al rientro in teatro, Betty viene assassinata (è Wallace che, narcotizzato un infermiere, è fuggito e si aggira in città). Da quel momento il gruppo degli artisti passa ore di terrore nei vasti ambienti del teatro, poiché per ragioni di sicurezza il regista ha fatto nascondere la chiave della uscita di servizio e - morta subito colei che l'ha messa da qualche parte - la suddetta chiave non si trova. Purtroppo anche l'assassino ha fatto in tempo a penetrare nell'interno del vasto edificio: messosi un mascherone da barbagianni, egli elimina crudelmente uno ad uno tutti i presenti. All'alba non è rimasta viva che Alicia, più che scioccata dalla plurima tragedia, la quale però, dopo che la Polizia ha portato via i morti, torna in teatro per recuperare un suo prezioso orologio. Il maniaco sessuale, già dato per bruciato a suggello del massacro, è invece ancora vivo: il custode negro, che al mattino ha ripreso servizio, riesce ad ucciderlo con una rivoltellata tra gli occhi. Alicia è salva.
  • Durata: 89'
  • Colore: C
  • Genere: THRILLER
  • Specifiche tecniche: NORMALE A COLORI
  • Produzione: FILMIRAGE
  • Distribuzione: D.M.V. (1987) - AVO FILM

NOTE

REVISIONE MINISTERO GENNAIO 1995.

CRITICA

Di rozza fattura e assolutamente truculento il film non offre nulla di nulla, a parte qualche inevitabile guizzo provocato dal terrore e le apparizioni del maniaco assassino. Non poche le grossolanità anche verbali. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy