CUORE FORESTIERO

ITALIA - 1953
Armando, giovane ed onesto impiegato, è innamorato di Maria, che lo ricambia di pari affetto. Tra i due innamorati hanno luogo spesso dei litigi: dopo una lite più seria, Armando, per favorire la riconciliazione, decide di fare un regalo a Maria per il suo compleanno. Non avendo la somma necessaria, si rivolge a Giovanni; ma il falso amico l'induce a prendere intanto il denaro dalla cassaforte del principale. Egli stesso s'impegna a consegnargli la somma desiderata entro ventiquattr'ore. Mentre mette le mani nella cassaforte, Armando viene sorpreso dal principale, avvertito da Giovanni mediante una lettera anonima. In questo punto il principale viene ucciso con due colpi di pistola da un operaio licenziato. Armando, temendo d'essere accusato d'assassinio, si rivolge a Giovanni, che lo fa imbarcare clandestinamente per l'America. Maria, disperata per la partenza di Armando, diviene una facile preda per Giovanni, che ne fa la sua amante. Quando si accorge d'esser stata vittima d'un malvagio, Maria entra in una casa di redenzione, dove muore pentita. Giovanni, avendo denunciato un complice dei suoi loschi traffici, viene da questo ucciso. Armando apprende che l'assassino del suo principale s'è costituito e ritorna, dopo alcuni anni, in Patria. Dal racconto di un vecchio sacerdote conoscerà la dolorosa storia di Maria.
  • Altri titoli:
    CORE FURASTIERO
  • Durata: 90'
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: ANTONIO FERRIGNO (NAPOLI)
  • Distribuzione: AURORA FILM

NOTE

SCENEGGIATURA: ROSALIA CALABRESE (NON ACCREDITATA).

CRITICA

"E' un lavoro motlo mediocre". (Anonimo, "Segnalazioni Cinematografiche", Vol. XXXII, 1952).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy