CRYSTAL HEART VOGLIA D'AMORE

CORAZON DE CRISTAL

USA - 1985
CRYSTAL HEART VOGLIA D'AMORE
Christopher Newley è un giovane di 22 anni che fin dalla nascita è costretto a vivere in un ambiente sterilizzato circondato da pareti di cristallo poiché il suo sistema immunitario non ha alcuna difesa. Egli vive abbastanza felice pur nella sua particolare condizione; i suoi genitori benestanti lo adorano, l'infermiera è affettuosa e comprensiva con lui, compone musica, ascolta dischi, radio, segue programmi televisivi, legge. Un giorno, vede in televisione una splendida giovane cantante rockin ascesa, Alley Daniels; se ne innamora e vuole incontrarla. Ella accetta, d'accordo col suo amante-manager Jean Claude, che vede in ciò un pretesto per darle la popolarità a cui la ragazza aspira. I due giovani si incontrano: Alley dapprima è imbarazzata per la situazione di Chris, poi man mano prende confidenza e viene attratta dalla dolcezza e dall'affetto del ragazzo. Cominciano a vedersi sempre più spesso, poi tutti i giorni: tra loro nasce l'amore. Lei diventa una star conosciuta da tutti, la sua originale "love story" fa notizia. Le si offre la possibilità di fare una tournee con un famoso complesso: Chris è sempre più preso dalla ragazza; anche Alley vorrebbe avere Chris tutto per lei "veramente" fra le sue braccia, ma ciò è impossibile. Jean Claude ed altri amici di Alley vogliono festeggiare il successo della giovane e danno un ricevimento in suo onore: ella vi partecipa e fa tardi la sera; Chris l'ha cercata per ore, le ha telefonato in continuazione. Alla fine Jean Claude gli risponde con un tono che fa capire a Chris i veri rapporti tra l'uomo ed Alley. Il giovane allora impazzisce di gelosia, infrange il cristallo che lo divide dal mondo e fugge dalla donna che ama la quale, inizia a cercarlo disperatamente per spiegargli quanto ella lo ami sul serio. I due alla fine si incontrano, si amano, vivono pochi giorni insieme in una gioia indicibile. ma la malattia di Chris non perdona; il ragazzo si sente male e viene portato in ospedale: qui presenti i genitori e la ragazza, muore. Ad Alley, che ha rinunciato per amore di Chris alla tournee, non resta altro che il ricordo di quel ragazzo irrimediabilmente malato che l'ha amata più della sua stessa vita.
  • Altri titoli:
    CRYSTAL HEART
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA TECHNICOLOR
  • Produzione: IZARO FILM EAGLE FILMS CORPORATION
  • Distribuzione: DELTA (1986) - VIDEOGRAM
  • Vietato 14

CRITICA

"Va detto che Bettman riesce ad evitare eccessi di cattivo gusto seguendo i suoi personaggi con una cura maggiore di quanto il copione avrebbe preteso e utilizzando con una certa misura gli interpreti invero non eccezionali posti a sua disposizione: da Tawney Kitaen, una Alley troppo appariscente, e Lee Curreri, un Chris troppo dimesso, a quanti li circondano nei panni del volgare manager di lei e dei diversamente apprensivi genitori di lui. Il film resta peraltro a metà strada tra il genere sentimental-psicologico e il genere musicale (ché se lei canta e balla, lui compone canzoni). E in tale equivoco l'emozione che qua e là sembra sul punto di scaturirne finisce regolarmente col disperdersi." ('Il Messaggero', 2 Giugno 1986)



"Con stile clip, amalgamando canzoni e coreografie da sabato sera, ma cogliendo qualche pagina di commosso intimismo, nelle scene sentimentali, 'Crystal Heart' ('Voglia d'amore', 1986) vive dell'idillio toccante dei due giovani interpreti, Lee Curreri, che è un Chris appassionato, la splendida Tawney Kitaen, una fanciullona procace che può trasmettere qualche ansia cardiaca anche a chi generalmente non ha problemi con le arterie. Le sequenze sulla sabbia, con i gabbiani in volo, il poliziotto comprensivo ed i due ragazzi che si tengono per mano prima che accada il peggio, svelano in Gil Bettman un regista di giovanile ispirazione, con lieve tendenza al lirismo di maniera.
La bella colonna sonora di Joel Goldsmith è opportunamente enfatizzata dal dolby stereo in quei circuiti che ormai vengono elegantemente definiti selected theatres." (Gregorio Napoli, 'Il Giornale di Sicilia', 28 Maggio 1986)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy