CORRUZIONE AL PALAZZO DI GIUSTIZIA

ITALIA - 1974
Per ragioni di prestigio politico, il nuovo Ministro di Grazia e Giustizia ordina che si proceda d'urgenza contro l'industriale Carlo Goja. Ma questi, misteriosamente avvisato della imminente perquisizione, dà fuoco al magazzino contenente un archivio compromettente. Il giudice Erzi viene allora incaricato dal Consiglio Superiore della Magistratura di frugare al palazzo di Giustizia e mettere in stato d'accusa il presidente dello stesso, Giulio Vanini, che con il Goja ha avuto ambigue relazioni. Il giudice Cusani, giovane aspirante alla successione, approfitta delle confidenze della figlia di Vanini, Elena, per impossessarsi del ricercato "dossier Goja". Per evitare ogni ulteriore scandalo, il Vanini viene allontanato per mezzo di una bugiarda promozione; il Cusani eredita la carica di Presidente del Palazzaccio. Tuttavia, spaventato dalla lettura del dossier nel quale troppe alte personalità troverebbero materia per l'incriminazione, il giudice arrivista tenta di dare delle dimissioni che non vengono accettate. Ottenuto il trono, dovrà a sua volta cedere alla corruzione oppure imbarcarsi in un'impresa moralizzatrice troppo al di sopra delle sue forze.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy