COME PRIMA

ITALIA - 2004
Andrea ha 17 anni, vive alla periferia di Milano e conduce un'esistenza normale. A causa di un incidente in motorino che lo rende tetraplegico, la sua vita subisce una brusca svolta. Dopo un anno in ospedale, fatto di cure e di tentativi di riabilitazione, il ragazzo torna finalmente a casa, lì deve fare i conti con la propria vita. Tutto, il quartiere, la sua casa, la sua stanza, sono rimasti uguali, ma agli occhi di Andrea appaiono diversi, stranieri, ostili. Attorno a lui si stringono sua madre, il fratello, il suo migliore amico, la sua ragazza, a cercare di fare in modo che tutto torni "come prima", che lui compia al loro fianco il suo percorso di consapevolezza e di presa di coscienza. Faticosamente Andrea tenta di ricostruire i legami, prova a sentirsi a suo agio nel mondo che lo circonda, scontrandosi con l'ignoranza, la paura del diverso, la diffidenza, i disagi in una società che non è pronta ad accogliere l'handicap. Lo attende la prova più dura: il rapporto con suo padre, andato via di casa anni prima ed ora tornato per assolvere i propri doveri nei confronti del figlio. L'uomo, che cerca di nascondere la propria depressione e si sforza di essere per la prima volta padre, non riesce però a valicare il muro che lo separa dal figlio, a percepirne i bisogni e le angosce. Nonostante tutte le barriere, le lacrime, le ingiustizie, Andrea capirà di dover lottare e continuare a crescere.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy