Coco Chanel & Igor Stravinsky

FRANCIA - 2009
Coco Chanel & Igor Stravinsky
Parigi 1913. Coco Chanel è completamente assorbita dal suo lavoro e dall'amore per l'affascinante e facoltoso Arthur 'Boy' Capel. Nel frattempo, al Théâtre des Champs-Élysées, viene rappresentata "La sagra della Primavera" di Igor Stravinsky, un 'opera troppo moderna e rivoluzionaria per i tempi tanto da suscitare l'ira e il disappunto del pubblico. Sette anni dopo, Coco e Stravinsky si incontrano: lei è una celebre creatrice di moda ancora in lutto per la morte del suo amato Capel, lui un rifugiato russo senza quattrini e alle prese con la malattia della moglie. L'attrazione tra loro è immediata e ben presto nascerà una travolgente storia d'amore che no tarderà a dare scandalo...
  • Altri titoli:
    Coco & Igor
    Coco and Igor
  • Durata: 115'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, ROMANTICO
  • Specifiche tecniche: SCOPE
  • Tratto da: romanzo "Coco and Igor" di Chris Greenhalgh
  • Produzione: EUROWIDE FILM, HEXAGON PICTURES, CANAL+, TPS STA, WILD BUNCH, CINEMAGE 3

NOTE

- FILM DI CHIUSURA AL 62. FESTIVAL DI CANNES (2009).

- MOLTI DEGLI ABITI E ACCESSORI INDOSSATI DA ANNA MOUGLALIS SONO ORIGINALI D'EPOCA DATI IN PRESTITO DALLA CASA DI MODA 'CHANEL'. KARL LAGERFELD HA CREATO DUE ABITI APPOSITI PER GIRARE LE SCENE DELLA LEGGENDARIA E SCNDALOSA PREMIERE DI "LA SAGRA DELLA PRIMAVERA" DI IGOR STRAVINSKY, MENTRE LA PRODUZIONE HA AVUTO ACCESSO ILLIMITATO AGLI ARCHIVI DELLA STILISTA E ALL'APPARTAMENTO IN RUE CAMBON, A PARIGI, PER POTER RICREARE IL PIU' FEDELMENTE POSSIBILE L'UNIVERSO DI COCO CHANEL.

CRITICA

"La Mouglalis incarna l'ennesima versione cinematografica di Coco Chanel in 'Coco & Igor', di Jan Kounen. Il regista ha ricostruito l'amore tra la leggendaria stilista e Igor Stravinski (l'attore Mads Mikkelsen) negli anni Venti, con una ricercatezza che si esprime nel grande sfoggio di décor e nei costumi preziosi. Il musicista, esule dalla Russia sconvolta dalla rivoluzione, viene ospitato con tutta la famiglia nella villa Bel Respiro di Coco, ancora scossa per la morte dell'amante Boy Capel. Tra Stravinski e la signora della moda, già idolatrata e ricchissima, scoppia una passione che avrà come risultato due creazioni destinate a entrare nel mito: La sagra della Primavera e il profumo 'Chanel n.5'. Per trovare la protagonista del film, Kounen non si è lambiccato troppo: ce l'aveva in casa, essendo la Mouglalis testimonial della maison Chanel dal 2002." (Gloria Satta, 'Il Messaggero', 24 maggio 2009)

"Ambientazioni stupende, ambienti affascinanti, un campionario di abiti e oggetti degli anni folli della Belle Epoque, una musica insistentemente protagonista per un film che non esce dalle trappole del biopic con una Chanel sempre da sfilata, forbici in mano e una sigaretta dopo l'altra e non riesce ad evitare momenti involontariamente comici. Un film, però, dal fascino glamour, perfetto per la chiusura di Cannes." (R.S., 'Il Secolo XIX', 25 maggio 2009)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy