Cobra

USA - 1986
Cobra
L'agente anti-terrorismo Marion Cobretti detto il "Cobra", del reparto "gasati" (cioè folli e maniaci), è utilizzato dalla Polizia di Los Angeles come extrema ratio per interventi disperati. Dopo una serie di delitti efferati compiuti appunto da una banda di maniaci, la giovane Ingrid, un'avvenente fotomodella, presente casualmente a uno di quei crimini, e sfuggita casualmente alla strage - quindi possibile e scomodo teste - gli diviene in qualche modo di aiuto per individuare la banda dei responsabili. Il loro capo la cerca per eliminarla come teste, armato di un allucinante coltello-tuttofare, ma il "cobra" si assume la protezione della ragazza, trascinandosela dietro attraverso un'intera serie di clamorose e inverosimili avventure, fino a sgominare la banda e finirne spettacolarmente il folle condottiero.
  • Durata: 83'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: NORMALE
  • Tratto da: romanzo "Fair Game"di Paula Gosling
  • Produzione: GOLAN GLOBUS
  • Distribuzione: PIC - WARNER HOME VIDEO (MINI SCUDI)
  • Vietato 14

CRITICA

"Dove si ferma la legge comincio io". Cosi' dice Stallone guardando torvo la macchina da presa. Ma, sotto sotto, non ci crede neanche lui, per quanto eviti accuratamente ogni accenno di ironia in quasi tutti i suoi film. Cobra è un poliziotto che non lascia il segno: molto meglio Callaghan." (Francesco Mininni, 'Magazine italiano tv')

"Poliziesco? Quella faccia di bronzo di Stallone ha inventato il fantapoliziesco. Esistono due approcci al film: prenderlo sul serio e allora è un caso di cretinismo premeditato, oppure no e allora i suoi vizi sono ribaltati." (Laura e Morando Morandini, 'Telesette')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy