Ci sposeremo a Capri

ITALIA - 1956
Raffaele Somma e Pasquale Caputo, già amicissimi, sono diventati nemici da quando Pasquale ha aperto una ricevitoria del Totocalcio nel rione in cui è posto l'antico botteghino del lotto di Raffaele. Ora accade che Raffaele, nipote di Raffaele Somma, e Maria, figlia di Pasquale, s'amino segretamente e che un'amica di famiglia, che li ha visti nascere, favorisca la loro innocente passione. Quando se n'avvede, Pasquale manda Maria a Capri da una zia. Intanto Raffaele Somma, colpito da esaurimento nervoso, lascia temporaneamente il suo botteghino, e dovendo prendersi un po' di riposo, va anche lui a Capri. Una domenica arriva a Capri il nipote, che vuol vedere Maria, e poiché zio e nipote scendono, senza saperlo, allo stesso albergo e ognuno dei due ignora la presenza dell'altro, l'omonimia crea una serie d'equivoci. Alla fine però tutto si chiarisce e mentre i due amici si rappacificano e fondono le loro aziende, Raffaele e Maria vedono tramutarsi in realtà il loro sogno d'amore.

CAST

CRITICA

"Non crediamo che ci siano da spendere molte parole per parlare di questo film che appartiene alla categoria delle pellicole di poche pretese, e che d'altra parte è uscito senza troppo scalpore."
(U. Tani, "Intermezzo", 19-15 ottobre 1956)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy