Cabal

Nightbreed

GRAN BRETAGNA - 1990
Due giovani, Boone e Lori, si amano profondamente, ma il ragazzo, tormentato da incubi spaventosi popolati di mostri, è in cura dal dottor Decker, uno psicanalista pazzo, il quale aumenta le sue angosce, persuadendolo di essere il feroce maniaco che ha recentemente distrutto numerose famiglie. Boone parte alla ricerca di Midiam, una località misteriosa, dove si rifugiano i mostri, e dove ogni colpa viene perdonata. Giunto sul posto, scopre che si tratta di un vecchio cimitero abbandonato, e vi incontra subito alcuni uomini dall'aspetto orribile, uno dei quali, mordendolo alla spalla, lo condanna a divenire un mostro egli stesso. Il giovane fugge allora dal cimitero, ma trova fuori la polizia, guidata da Decker, che ha persuaso tutti della sua colpevolezza, e lo fa uccidere da un poliziotto. Dopo che Lori lo ha identificato all'obitorio, il morto torna a vivere e raggiunge Midiam, dove condurrà l'esistenza notturna dei mostri. Ma la fedele Lori insegue Boone, tallonata dalla polizia (che non crede più alla sua morte e vuole catturare il presunto autore delle stragi), e dal perfido Decker. Lo psichiatra pazzo è il vero assassino, che indossa una maschera quando compie i suoi delitti, vuole distruggere Boone, anche nella sua nuova vita, e tutti i mostri. Lori, conosciuta a Midiam Rachel, una madre-mostro, cui ha salvato la figlioletta Babette, penetra coraggiosamente nei sotterranei, dove orrende creature che non sopportano la luce del giorno, sono giudicate da un vecchio saggio e venerano Bafonet, una divinità rappresentata da una strana statua. Quando la polizia e Deker penetrano nel mondo sotterraneo di Midiam, si scatena una violenta battaglia, durante la quale vengono distrutti col fuoco moltissimi mostri e il loro rifugio. Ma alla fine, dopo aver riabbracciato Lori, Boone combatte un duello mortale col diabolico Decker, e lo uccide. Il giovane è l'eroe, di nome Cabal, indicato dalla leggenda come salvatore di Midiam, e destato a far risorgere il mondo dei mostri, che sono da sempre espressione delle colpe degli uomini, e loro vittime. Ma intanto anche Deker risorge, pronto a combattere ancora.

CAST

CRITICA

"Anche se disordinata e confusa, un'ennesima variazione del genere horror con zombies e chi lo predilige potrà anche trovarvi dei motivi di interesse, specie se ha lo stomaco saldo". (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo')

"Quello che a Barker non riesce è la traduzione dal fantastico al mitologico, anche se la notturna descrizione della vita d'oltretomba, vista in un suo paranormale quotidiano, tiene in serbo qualche sorpresina". (Maurizio Porro, 'Il Corriere della Sera')

"L'unica nota inaspettata di questo film di maniera, tecnicamente impeccabile e stancamente ripetitivo, è la presenza come attore di David Cronenberg, il regista canadese di 'Videodrome'". (Il Messaggero)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy