C'eravamo tanto odiati

Hostile Hostages

USA - 1994
C'eravamo tanto odiati
A Natale in Connecticut, mentre Lloyd e Caroline Chasseur, in terapia matrimoniale dal dottor Wong, non sembrano trarre ispirazione per riappacificarsi e scongiurare l'imminente divorzio, il ladro Gus tenta di svaligiare la magione di un ricco del luogo, ma incappa in un allarme-fantascientifico che lo catapulta in cantina dove viene morso dal cane di guardia. Si rifugia quindi in casa Chasseur: si accorge ben presto che i suoi sequestrati sono un caso patologico di incomprensione coniugale, e l'arrivo del figlio Jesse, allievo di un collegio militare che ricatta i superiori con foto compromettenti, non migliora le cose. Intanto telefona Murray, complice del ladro, che lo prega di rubare una barca per allontanarsi dai quei luoghi. Successivamente ecco giungere il gruppo dei parenti guidati dalla pestifera nonna Rose. Gli Chasseur fanno passare Gus per il loro psichiatra Wong, con evidenti eccentricità terapeutiche del neo analista. Tra suocera e nuora le discussioni si accentuano: Gus, partiti gli agenti, dopo una cena svedese, è costretto a legare la stizzosa vecchia. "Babbo Natale", un vicino piuttosto ubriaco, si insospettisce perché vede la pistola di Gus, e questi è costretto a colpirlo. Sopraggiunge la Guardia Nazionale, che ha esautorato la polizia locale, tra l'altro rea di aver cancellato la videoregistrazione del furto. Mentre Lloyd e Caroline depistano gli agenti, Jesse scorta Gus, vestito da Babbo Natale, al porticciolo dove Murray ed una ex detenuta, forniti di barca lo attendono. Jesse vorrebbe unirsi a loro, ma Gus lo convince che il suo posto è a casa, dove, tra l'altro, i genitori si stanno finalmente riconciliando.
  • Altri titoli:
    The Ref
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: GROTTESCO
  • Specifiche tecniche: NORMALE
  • Produzione: RON BOZMAN, RICHARD LA GRAVANESE, JEFF WEISS
  • Distribuzione: BUENA VISTA INTERNATIONAL ITALIA - TOUCHSTONE HOME VIDEO

CRITICA

"Ci sono momenti gustosi, certi scontri sfiorano il farsesco, molti personaggi si propongono quasi come caricature o addirittura come maschere, così, un po', ci si può anche divertire: senza molta vitalità, però, e secondo schemi tutti già abbondantemente visitati. Di qualche interesse, comunque, gli interpreti, non solo Dennis Leary, un ladro tutto gesti maldestri e goffe ingenuità, ma Judy Davis e Kevin Spacey, la coppia cui si riferisce il titolo italiano 'C'eravamo tanto odiati'. Naturalmente è addirittura ovvio rilevare che Judy Davis si imponeva di più in 'Mariti e mogli' con Woody Allen e che anche Kevin Spacey il suo meglio lo ha già dato, per la regia di Mike Nichols, in 'Affari di cuore' e in 'Una donna in carriera'." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 21 novembre 1994)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy