C'era una volta un'estate

The Way Way Back

USA - 2013
3/5
C'era una volta un'estate
Duncan, un adolescente solitario, sta per affrontare le vacanze estive in una cittadina balneare del Nord-Est degli Stati Uniti con sua madre Pam, il nuovo compagno di lei, Trent, e la figlia di quest'ultimo, Steph. Pam e Trent vorrebbero formare una famiglia, ma i rapporti tra Duncan e l'uomo sono tutt'altro che amichevoli. Durante il soggiorno, mentre gli adulti sono impegnati in cene, aperitivi e gite in barca con gli amici e i vicini di casa, Duncan passa il suo tempo da solo gironzolando in bicicletta per la cittadina - anche perché Steph gli ha fatto capire chiaro e tondo di non volerlo tra i piedi - e l'unica a mostrargli un po' di simpatia sembra essere Susan, la ragazza della porta accanto, poco più grande di lui. Poi, un giorno, durante i suoi giri, Duncan entra nel Water Wizz Park, gestito dal simpatico e stravagante Owen che lo prende in simpatia e gli offre un lavoro nel parco acquatico. Tra i colleghi, i bagnanti e gli scivoli a tubo, Duncan trova finalmente la sua dimensione e vince la timidezza. Inoltre, l'amicizia con Owen gli darà la sicurezza per farsi apprezzare da Susan e, soprattutto, per affrontare Trent; questi, infatti, si rivelerà un uomo differente anche agli occhi di Pam...
  • Durata: 103'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Produzione: SYCAMORE PICTURES, THE WALSH COMPANY, ODD LOT ENTERTAINMENT, IN ASSOCIAZIONE CON WHAT JUST HAPPENED PRODUCTIONS
  • Distribuzione: 20TH CENTURY FOX ITALIA
  • Data uscita 28 Novembre 2013

TRAILER

RECENSIONE

di Alessandro De Simone
Peter Biskind scrisse alcuni anni fa un fondamentale testo sulla genesi e l'evoluzione del cinema indipendente americano, Down and Dirty Pictures, panoramica sulla produzione lontana, almeno apparentemente, dalle major, salvo poi scoprire che oggi gli indies lavorano tutti sotto l'egida delle grandi compagnie, dalla Weinstein Company alla Fox Searchlight. Quell'idea artistica che fu di John Cassavetes è andata corrompendosi fino a essere un surrogato della produzione mainstream. C'era una volta un'estate subisce non poco questo concetto aspirazionale. Racconto di formazione, che narra la breve estate di un adolescente in una località balneare della East Coast, dove troverà un mentore, un amore e se stesso, offre il destro per riflettere sul futuro stesso dell'indie americano, pericolosamente standardizzato, ma capace di opere dignitose. Nel cast Toni Colette e Steve Carell, un bravo ragazzino problematico e il filosofo sopra le righe gestore di un parco acquatico interpretato da Sam Rockwell. I 100' scivolano via, ma la sensazione è di un movimento che non ha più molto da dire: troppo preoccupato a farsi notare dalla grande produzione per osare qualcosa di nuovo. D'altronde, gli indies di una volta adesso dirigono Marvel Movies.

NOTE

- NAT FAXON E JIM RASH FIGURANO ANCHE COME PRODUTTORI ESECUTIVI.

CRITICA

"Spiacerà a chi aveva gradito 'Paradiso amaro' con Clooney (gli sceneggiatori sono gli stessi) ricco di notazioni non banali sul mal di vivere in famiglia. Ma qui la banalità è totale. Non una scena non un personaggio che escano dalla routine. Toni Collette è un amore ma quella parte l'ha già fatta troppe volte." (Giorgio Carbone, 'Libero', 28 novembre 2013)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy