Blinded by the Light - Travolto dalla musica

GRAN BRETAGNA - 2019
3/5
Blinded by the Light - Travolto dalla musica
Javed è un adolescente britannico di discendenza pakistana che vive nella città di Luton, Inghilterra, nel 1987. Nel mezzo dei tumulti razziali ed economici dell'epoca, scrive poesie come mezzo per sfuggire all'intolleranza della sua città e all'inflessibilità tradizionalista di suo padre. Ma quando un suo compagno di classe gli fa conoscere la musica del "Boss", Javed scopre dei parallelismi con la sua vita da classe operaia nei potenti testi di Springsteen. Mentre Javed scopre una via d'uscita catartica ai suoi sogni repressi, comincia anche a trovare il coraggio di esprimersi con la sua voce unica. Ispirato ad una storia vera.
  • Durata: 114'
  • Colore: C
  • Genere: BIOGRAFICO, COMMEDIA, DRAMMATICO, MUSICALE
  • Tratto da: libro 'Greetings from Bury Park' di Sarfraz Manzoor
  • Produzione: GURINDER CHADHA, JANE BARCLAY PER BEND IT FILMS
  • Distribuzione: WARNER BROS. PICTURES.
  • Data uscita 29 Agosto 2019

TRAILER

RECENSIONE

di Gian Luca Pisacane
Forse è Blinded by the Light a spiegarci come siamo arrivati alla Brexit. La disoccupazione alle stelle, la Thatcher al potere, le marce in strada del Fronte Nazionale Britannico contro lo straniero. Siamo alla fine degli anni Ottanta, e i migranti non erano i benvenuti. Dall’altra parte dell’Oceano c’era Reagan che inseguiva la rinascita dell’America, mentre in Inghilterra i sogni morivano sotto l’intolleranza.

La regista Gurinder Chadha scompone la realtà per trasformarla in favola. Nel trambusto del 1987, un giovane pakistano di nome Javed affronta l’adolescenza nella città di Luton, vicino a Londra.

Cerca la sua voce, e la trova nella musica del Boss, nelle canzoni di Bruce Springsteen. Chadha riprende lo spirito di Sognando Beckham, e si concentra sulle minoranze, sulle tradizioni, sull’impossibilità di integrarsi.

E questa volta sul muro c’è il Boss al posto di Beckham, il pallone da calcio cede il passo ai dischi, alla penna. Javed supera la sua oppressione scrivendo, dando sfogo alle emozioni. In un film appassionato, brillante, sospeso tra Storia e difficoltà di crescere.

Blinded by the Light si ispira al romanzo Greetings from Bury Park del giornalista Sarfraz Manzoor.

NOTE

- ISPIRATO DALLA MUSICA E DAI TESTI DELLE CANZONI SENZA TEMPO DI BRUCE SPRINGSTEEN.

- PRODUTTORI ESECUTIVI: TORY METZGER, RENEE WITT, PETER TOUCHE, STEPHEN SPENCE, HANNAH LEADER, TRACY NURSE, E PAUL MAYEDA BERGES.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy