Beverly Hills Cop III - Un Piedipiatti A Beverly Hills III

Beverly Hills COP III

USA - 1994
Beverly Hills Cop III - Un Piedipiatti A Beverly Hills III
A Detroit, l'agente Axel Foley, nel corso di un'azione contro una banda di ladri d'automobili, vede uccidere il suo capo da un tale che fugge su un furgone. Dopo aver inseguito invano il mezzo, le indagini di Axel gli fanno raggiungere il parco di divertimenti "Wonder World" di Los Angeles. Qui ritrova l'amico Billy Rosewood, che dirige uno dei dipartimenti della tentacolare città, il quale gli presenta il suo capo, Jon Flint. Costui lo invia all'amico Ellis Dewald, capo della Sicurezza di "Wonder World". Ma Axel non riesce a parlargli per via delle guardie, e decide di acquistare il biglietto e fare da solo. Nei sotterranei del parco dei divertimenti conosce Janice Parkins, una giovane nera addetta ai computer, ed ha uno scontro a fuoco con due guardie che successivamente determinano il mal funzionamento di una grande giostra a gabbie: Axel viene liberato da Flint che si mostra incredulo sulla sua colpevolezza. In albergo Foley viene contatto da "Zio" Dave Thornton, proprietario del parco, che gli confida la sua preoccupazione per la scomparsa di Roger Fry, l'ingegnere progettista di "Wonder World". La sera Dewald riceve un premio come Agente di vigilanza dell'anno, ma Axel lo aggredisce finendo in galera. Un ispettore di polizia lo fa uscire e lo invita a tornare a Detroit. Ma Axel non ubbidisce e indagando scopre nel furgone, trovato vuoto, un brandello di carta da banconote; recatosi successivamente alla "Foresta Incantata", zona del parco chiusa per lavori, scopre una zecca clandestina e ingaggia una sparatoria con Dewald ed i suoi. L'ispettore di polizia interviene di nuovo e Dewald mostra a tutti i presenti che la macchina stampa soltanto banconote giocattolo. Ma incontrando lo "zio" Dave e confrontando la carta del biglietto di Roger con una banconota, Axel ha la prova della colpevolezza di Orrin Sanderson, il capo, e di Dewald, che però ha seguito Dave e lo ferisce. Foley scampa miracolosamente e porta l'uomo all'ospedale, ma Dewald rapisce Janice e ricatta Axel che è costretto a consegnare la banconota. Nel parco si svolge così un rocambolesco scontro finale, che vede l'eliminazione dei cattivi, l'ispettore di polizia compreso, che risulta corrotto, ed il ferimento di Axel, di Billy e di Jon accorsi in aiuto. Ristabilitosi, lo "zio" Dave decide di chiamare "Axel la volpe" l'ultimo nato tra i pupazzi animati di "Wonder World".
  • Durata: 104'
  • Colore: C
  • Genere: AZIONE, COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA
  • Tratto da: basato sui personaggi ideati da Danilo Bach e Daniel Petrie jr.
  • Produzione: PARAMOUNT PICTURES
  • Distribuzione: U.I.P. (1994) - DVD PARAMOUNT (2002)

CRITICA

"Nonostante la regia di John Landis è un pessimo poliziesco, farcito di volgarità e luoghi comuni, che gira a vuoto sulla scia dei due episodi precedenti, di cui solo il primo decente. L'assordante musica non impedisce di ascoltare le oscenità mitragliate dal monocorde Eddie Murphy, né il suo irritante risolino sincopato. Chissà se gli incassi, ormai ridotti ai minimi storici, gli hanno fatto finalmente passare la voglia di sghignazzare". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 9 febbraio 2001).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy