Belli e brutti ridono tutti

ITALIA - 1979
Belli e brutti ridono tutti
"L'amore è cieco" - Scoperto dall'usciere Capocchia in intimità con una impiegata, Ernesto Rossi viene licenziato dal Signor Bani. Fingendosi cieco, il Rossi si vendica seducendo la signora Bani nel vagone letto; ma al mattino, ha la sorpresa di essere stato derubato dei 9 milioni della liquidazione.
"Pane sicuro" - L'industriale Santucci, attirato dalle grazie della serva Margherita la porta nella propria villa ove, ricattato dal lei e dal marito Carlo, dovrà promettere un impiego a loro e al fratello di Margherita.
"Un bisogno urgente" - Franco Pennacchi, per colpa della moglie che lo ha costretto a ingurgitare uno yogurt, si trova in impellente necessità di soddisfare bisogni che lo mettono in grave imbarazzo all'aeroporto, nella casa della amante e nell'interno dell'immobilizzato ascensore della propria casa.
"L'erede" - Essendo morto Adolfo III dei conti Bisi, il notaio Guidi comunica alla vedova contessa Ada e al parroco don Enzo le volontà testamentarie del defunto. Le disposizioni sono tali da mettere Ada, bisognosa di erede, e don Enzo, bisognoso di incassare un assegno di 300 milioni alla Madonna del Rosario, l'uno contro l'altra. Dopo una sterile lotta, i due si accordano nel concepire insieme l'erede.
  • Episodi: L'amore è cieco - Un pane sicuro - Un bisogno urgente - L'erede
  • Durata: 92'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: VISTAVISION
  • Produzione: P.A.C./ATLAS
  • Distribuzione: P.A.C./DIF

CRITICA

"Facendo ricorso a uno stuolo di belle donne (...) e ad alcuni attori collaudati (...) Domenico Paolella ha realizzato un film di mestiere un po' da avanspettacolo che dispensa qualche buona risata."(R. Fegatelli, 'La Repubblica', 22 aprile 1979)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy