Angel Heart - Ascensore per l'inferno

Angel Heart

USA - 1987
Angel Heart - Ascensore per l'inferno
Uno strano e misterioso cliente, Louis Cyphre, ingaggia Harry Angel, un investigatore privato, per ritrovare Johnny Favorite, un reduce di guerra, ex cantante di successo, dimesso in maniera truffaldina da una clinica psichiatrica nel '43 e di lì sparito nel nulla. Costui era sotto contratto con Louis Cyphre e questi non intende lasciare partite in sospeso. Angel si dà da fare, scopre varie cose interessanti, ma cade in un vortice di paura e di sangue. La dimissione dalla clinica, nella quale si credeva che lo scomparso fosse degente, fu autorizzata da un sanitario schiavo della morfina, in cambio di venticinquemila dollari. Poco dopo che Angel lo ha individuato e costretto a confessare, il medico si suicida. L'investigatore si sposta in Louisiana sulle tracce di un chitarrista già amico e collega di Johnny Favorite e, dopo avergli parlato, lo ritrova morto ed atrocemente mutilato. Il terzo cadavere sarà quello di una bella donna - Margaret Krusemark - una veggente e cultrice di riti satanici, che con il padre Ethan aveva fatto uscire dalla clinica Johnny. La polizia trova la morta con il cuore asportato, dopo di che muore anche il padre, affogato in una tinozza. Mentre Angel assiste a cruente ed isteriche cerimonie voodoo, incontra la giovanissima Epiphany Proudfoot, figlia di una donna che, a suo dire, Favorite aveva amato e se ne innamora. In un diluvio di sangue e di violenze, anche Epiphany muore. Ora Louis Cyphre esige il rendiconto di ciò che Angel ha scoperto e fatto. La verità per Angel sarà mostruosa.
  • Altri titoli:
    Aux portes de l'enfer
  • Durata: 113'
  • Colore: C
  • Genere: HORROR, THRILLER
  • Specifiche tecniche: 35 MM, PANAVISION, TECHNICOLOR
  • Tratto da: romanzo "Falling Angel" di William Hjortsberg
  • Produzione: CAROLCO INTERNATIONAL N.V., UNION, WINCAST FILM PRODUCTIONS LTD.
  • Distribuzione: MEDUSA DISTRIBUZIONE (1987) - VIVIVIDEO, CECCHI GORI HOME VIDEO, DVD: UNIVERSAL PICTURES HOME ENTERTAINMENT
  • Vietato 14

NOTE

- IL FILM E' STATO GIRATO AD HARLEM (NEW YORK), CONEY ISLAND E LOUISIANA.

- ALL'INIZIO E' STATO BOLLATO CON LA TEMUTISSIMA X, CHE NEGLI USA EQUIVALE A FILM PORNOGRAFICO. POI ALCUNE SCENE MOLTO SPINTE TRA MICKEY ROURKE E LISA BONET SONO STATE TOLTE E IL FILM E' STATO RIVALUTATO E VIETATO AI MINORI DI 17 ANNI. PER IL RUOLO INTERPRETATO DA DE NIRO, ERA STATO CONTATTATO MARLON BRANDO.

- IL FILM E' STATO MONTATO IN EUROPA.

CRITICA

"Il film attira in un abbraccio ambiguo e repellente ad un tempo, assicurando una indubbia tensione. Ma 'Angel Heart' è opera tant sinistra quanto funesta. (...) Da un punto di vista formale, il film di Parker è spesso ben composto, la tetra ambientazione è ottima, la fotografia di non rari pregi. Le musiche (di Trevor Jones) colpiscono per incisività e aderenza al clima di tensione che si viene poco a poco a creare. Ma l'inventiva non ha lampi, certi dettagli insistiti si rivelano fragili se non buffi (Lucifero che sproloquia giocherellando con un uovo, la fobia dell'investigatore per le galline). Nella amara, anzi atroce aventura dello sfortunato investigatore Harry Angel e nella sua discesa negli inferi alla ricerca della propria reale identità, gioca visivamente un bel ruolo un cigolante ascensore, un intrico di ingranaggi, ruote e griglie ferrigne." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 104, 1988)

"Uno splendido revival dei 'neri' degli anni quaranta. E con una marcia in più dei modelli. Robert de Niro assolutamente diabolico". ("Teletutto")

"Un thriller luciferino e barocco, realizzato da Parker con la consueta attenzione per l'aspetto visivo e per l'ambientazione. La soluzione è difficile da indovinare, ma non del tutto imprevedibile. Un film più formale che ispirato, ma confezionato con maestria. Molti particolari discutibili." (Francesco Mininni, "Magazine Italiano tv")

"Eccitante a livello visivo, contorto a quello narrativo, artificioso a quello psicologico, il film offre un menù a base di inseguimenti, e esplosioni di violenza, inquietanti riti woodoo, esibizioni di forsennato istrionismo recitativo." (Laura e Morando Morandini, "Telesette")
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy