Anche i commercialisti hanno un'anima

ITALIA - 1993
Il film racconta la storia di tre personaggi diversi tra loro. Sonia, una ragazza molto superficiale, infatuata da qualunque novità le si presenti. Roberto, il suo fidanzato, un tipo tranquillo, impiegato alla corte dei conti, è tormentato da Sonia che lo vorrebbe più arrivista. Lo vorrebbe come Carlo, faccendiere senza scrupoli, che Sonia guarda come esempio di uomo di successo. Dopo alterne vicende, che portano Carlo alla rovina, i tre si ritrovano sull'aereo che li porta in India al seguito di Cesira, una Buddista che organizza visite ad un santone. Sonia si è convertita al credo di Cesira; Roberto l'accompagna scettico; Carlo deve "allontanarsi" dall'Italia. L'impatto con l'India produrrà reazioni inaspettate. Sonia si stancherà della nuova esperienza e arriverà all'udienza del santone distratta dalla corte di Carlo. Carlo intanto pensa di sostituirsi a Cesira. Si allea con un italiano che vive in India, convince Cesira a diventare sua socia e ritorna in patria con un nuovo 'business'. Roberto, rimane colpito dall'incontro con Subramanian e con l'India. Con una forza inaspettata riesce a ribellarsi al rapporto con Sonia e si affeziona ad un bambino muto. Il film lascia i nostri personaggi a Roma: Sonia, senza più Roberto, riprende ad inseguire i suoi sogni; Carlo apre un nuovo ufficio; Roberto torna alla propria vita più tranquillo e più felice.
  • Durata: 110'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA A COLORI
  • Produzione: ANGELO RIZZOLI PER ERRE CINEMATOGRAFICA S.R.L. - ALTO VERBANO S.R.L., IN COLLABORAZIONE CON RETEITALIA S.P.A.
  • Distribuzione: DARC (1994) - MULTIVISION, VIDEOPIU' ENTERTAINMENT

NOTE

- AIUTO REGIA: FERZAN OZPETEK.

- REVISIONE MINISTERO MARZO 1994.

CRITICA

"Rozza, prolissa e ben poco divertente commedia di Maurizio Ponzi, che s'aggrappa con colpevole ritardo al treno di Tangentopoli per una satira goffa e risaputa sui guasti delle mazzette, dietro cui arrancano l'ingrassatissimo Renato Pozzetto rapato a zero e il più misurato Enrico Montesano con chioma posticcia. E' molto spiritosa pur se ancora parecchio grezza, l'emergente Sabrina Ferilli". (Massimo Bertarelli, 'Il giornale', 10 ottobre 2000).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy