Amore in città

ITALIA - 1953
Amore in città
"L'amore che si paga" - L'episodio comprende delle interviste con alcune prostitute. Dalle loro risposte si evince la loro storia, la loro condizione attuale e cosa pensano.

"Tentato suicidio" - L'episodio riporta una serie di interviste con protagonisti di tentati suicidi. Nel raccontare la loro storia, gli intervistati rivelano le cause prossime e lontane del loro gesto disperato.

"Paradiso per 4 ore" - L'episodio descrive l'ambiente delle sale da ballo dei quartieri periferici, frequentate dalle domestiche durante il permesso domenicale.

"Agenzia matrimoniale" - L'episodio descrive l'attività di un'agenzia matrimoniale, cercando di spiegare lo stato d'animo di quelle ragazze che, pur di sposarsi, sono disposte a contrarre matrimoni destinati ad essere sicuramente infelici.

"Storia di Caterina" - Una giovane domestica, Caterina, essendo priva di mezzi, depone nell'aiuola di un giardinetto il figlioletto, frutto di un amore illegittimo, ma poi lo sorveglia da lontano finché ne vede assicurate le sorti.

"Gli italiani si voltano" - Satira di un certo atteggiamento che gli italiani assumerebbero generalmente di fronte alle attrattive del bel sesso.
  • Episodi: L'amore che si paga - Tentato suicidio - Paradiso per 4 ore - Agenzia matrimoniale - Storia di Caterina - Gli italiani si voltano
  • Altri titoli:
    L'amore in città
  • Durata: 117'
  • Colore: B/N
  • Genere: SOCIALE, FILM A EPISODI
  • Produzione: FARO FILM
  • Distribuzione: DCN

NOTE

- PRODUTTORI ASSOCIATI: CESARE ZAVATTINI, RICCARDO GHIONE, MARCO FERRERI.

- QUESTO FILM DOVEVA ESSERE IL PRIMO NUMERO DELLO "SPETTATORE" UNA SPECIE DI "RIVISTA CINEMATOGRAFICA" SEMESTRALE CHE AVREBBE OFFERTO NUOVE OPPORTUNITA' AL NEOREALISMO. NON EBBE SEGUITO PER IL DISASTOSO ESITO COMMERCIALE. SEGNA PERO' LA NASCITA DELLA "CANDID CAMERA" NEL CINEMA.

- GLI EPISODI "L'AMORE CHE SI PAGA", "PARADISO PER 4 ORE" E "STORIA DI CATERINA" SONO INTERPRETATI DA ATTORI NON PROFESSIONISTI.

CRITICA

"A prescindere forse dalla 'Storia di Caterina', nessuno degli episodi è condotto in modo da destare profondo interesse, provocando feconde emozioni". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 34, 1953)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy