Ammazzavampiri 2

Fright Night Part 2

USA - 1989
Sono passati tre anni e Charley Brewster, dopo un'intensa cura psicoanalitica dal dottor Harrison, ha quasi dimenticato le sue passate terribili esperienze con i vampiri e con esse ha tralasciato anche l'amicizia con Peter Vincent, l'ammazzavampiri della televisione. Ma una sera con la sua ragazza, Alex, si reca dal vecchio Peter e si mettono tutti a chiacchierare per un pezzo: improvvisamente Charley dalla finestra dell'amico vede degli strani figuri con alcune bare. Resta sorpreso ma si tira indietro e riprende la vita di sempre. Purtroppo i vampiri di nuovo irrompono nell'esistenza del ragazzo; la bella Regine, che inizia a circuire Charley; Belle, astuto, ambiguo e fedelissimo; Louie, maldestro e a suo modo simpatico, che si infatua di Alex ed infine il robusto Bozworth, che li protegge tutti e tre e si nutre di farfalle e scarabei. Cominciano i guai e le prime vittime: fra queste c'è Richie, uno studente amico di Charley, che si lascia sedurre dall'affascinante Regine. Allora Charley, nonostante la disapprovazione di Alex, con l'aiuto di Peter, che è stato licenziato dalla televisione e rimpiazzato proprio da Regine, si mette sulle tracce dei vampiri. Ma per circostanze sfortunate sia Charley sia Peter vengono arrestati per oltraggio alla forza pubblica e disturbo della quiete cittadina. Il primo viene liberato subito da Regine che vuole renderlo come lei, il secondo viene trasferito in manicomio, da cui viene tirato fuori da Alex, che aveva chiesto l'aiuto del dottor Harrison, rivelatosi poi vampiro anche lui e quindi ucciso dalla ragazza. Alex e Peter vanno a casa di Regine e dopo lotte furibonde con sistemi tradizionali ed occasionali ad uno ad uno eliminano i vampiri: l'ultima a morire è proprio Regine che ha dato fondo a tutte le sue arti e seduzioni per sopravvivere. Finalmente Charley ed Alex possono vivere tranquilli e continuare felici la loro storia d'amore e Peter può sentirsi veramente orgoglioso per la sua ennesima vittoria sul male.

CAST

NOTE

- REVISIONE MINISTERO SETTEMBRE 1992 - SECONDA EDIZIONE.

CRITICA

E' un film che nonostante la vena ironicosatirica non fa ridere. Unici elementi positivi del film sono l'amore dei due ragazzi e l'amicizia con Peter. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy