Alvaro piuttosto corsaro

ITALIA - 1954
Alvaro, ultimo discendente degli Alvari, prende il comando della sua nave corsara. A bordo travestita da mozzo, c'è Esmeralda, la quale si propone di vendicare il proprio padre, derubato dal padre di Alvaro. Sulla nave ha luogo un ammutinamento e Alvaro viene derubato di una pergamena, nella quale è indicato il nascondiglio di un tesoro: egli viene poi abbandonato in una fragile barchetta. Ma l'indicazione contenuta nella pergamena non è sufficiente: si tratta infatti della metà di un prezioso documento. Isabella, promessa sposa di Alvaro, possiede l'altra metà. I corsari mandano Esmeralda al collegio d'Isabella, dove è giunto, dopo mille peripezie, anche Alvaro. Esmeralda avverte i corsari e Alvaro viene catturato e rinchiuso in una cantina: se entro un termine stabilito il mozzo Battista non riconsegna la pergamena rubata ad Isabella, Alvaro verrà ucciso. Intanto nella cantina, dov'è Alvaro, sono rinchiusi anche i pirati e Battista. Mentre sta per scadere il termine fissato, i pirati rivelano che Isabella è la sorella d'Alvaro: uno dei pirati confessa di essere stato lui a derubare il padre d'Esmeralda. A questo punto Battista si toglie la parrucca ed appare Esmeralda. Scoppia con gran fragore una bomba: tutti rimangono illesi e tra le macerie si trova il tesoro. Riconciliazione generale: dopo tante disavventure Alvaro ha trovato un tesoro, una sorella e una moglie.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy