Alterazione genetica

Watchers

USA - 1988
Alterazione genetica
Probabilmente in seguito ad un corto circuito, salta per aria un segretissimo laboratorio del Servizio per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Vi si fanno delicati esperimenti e ricerche genetiche, per mettere a punto otto Oxon, una via di mezzo tra un robot e un ominide che, programmati a scopi bellici per attacchi micidiali in campo nemico, sono collegati stabilmente ad altrettanti cani, essi pure all'uopo manipolati nel cervello e aventi, gli uni e gli altri, cellule in comune. Nell'esplosione, solo un cane (GH 3) e solo il suo Oxon sono scampati e riusciti a fuggire. L'Oxon odia la bestia, che è raccolta da un ragazzetto (Travis), colpito dalla sua straordinaria intelligenza. Non solo infatti il cane comprende tutto, ma è perfino capace di scrivere messaggi su uno dei computer del nuovo padrone. Il guaio è che il mostro insegue la bestia e con ciò si trovano in pericolo tutti coloro che ad essa sono vicini. Per primo viene ucciso il padre di Tracey, poi l'amichetta del sedicenne. Successivamente muoiono un innocuo pescatore, tre giovani ciclisti compagni di Travis ed il suo insegnante. Oltre ad un esterefatto sceriffo, operano pure con gelido accanimento due agenti del Servizio di Sicurezza, impegnati nell'ex-laboratorio e desiderosi di riprendersi il cane e l'Oxon. Dopo aver ucciso lo sceriffo, che voleva sapere troppe cose riservate, costoro inseguono Travis, sua madre ed il cane, che si rifugiano in un capanno. Uno dei due agenti, deciso a sterminare tutti, confessa al collega che anche lui è programmato per uccidere senza pietà e, poichè l'altro si oppone alla strage, viene barbaramente fatto fuori. Ma Travis riesce a incendiare l'auto di costui, che poi viene ucciso dalla madre. Successivamente Travis, rintracciato il mostro nel bosco, riesce ad eliminarlo.
  • Durata: 92'
  • Colore: C
  • Genere: FANTASY
  • Specifiche tecniche: NORMALE A COLORI
  • Tratto da: Romanzo di Dean R. Koontz
  • Produzione: DAMIAN LEE, DAVID MITCHELL
  • Distribuzione: PENTA DISTRIBUZIONE (1990) - PENTAVIDEO, MEDUSA VIDEO (PEPITE)

CRITICA

Una storia che annaspa e ondeggia fra il drammatico, l'horror e più il fantastico, pur di arrivare alla conclusione. Tutte scene già viste e scontate con alcune scene e particolari sgradevoli. (Segnalazioni Cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy