Achtung! Banditi!

ITALIA - 1951
Durante l'ultimo periodo della guerra, viene affidata una pericolosa missione a un gruppo di partigiani che opera nel retroterra genovese: prelevare armi da una fabbrica di Genova. In un punto determinato i partigiani dovrebbero incontrare una staffetta con precise istruzioni, ma la staffetta viene uccisa dai tedeschi e i partigiani ne trovano sulla strada il corpo esanime. Malgrado questo, vogliono tentare l'impresa. Nella villetta d'un diplomatico, dove gli uomini si sono installati, due dei capi riescono a procurarsi degli abiti migliori. Rivestitisi, penetrano in città e attraverso varie peripezie riescono a prender contatto coi capi della resistenza. Avute le informazioni necessarie, raggiungono una piccola fabbrica in periferia dove si trovano nascoste le armi. Mentre stanno prendendo accordi per il prelevamento, la fabbrica è invasa da truppe tedesche, venute a smontare le macchine per spedirle in Germania. Gli operai iniziano l'ostruzionismo e intanto i tedeschi presidiano la fabbrica. Durante la notte i partigiani tentano d'impadronirsi delle armi, ma vengono attaccati dai tedeschi. Quando i partigiani e gli operai stanno per essere sopraffatti, giungono alcuni reparti di alpini, che costringono i tedeschi a ritirarsi.

CAST

NOTE

- PREMIO PER LA MIGLIOR REGIA AL FESTIVAL DI KARLOVY VARY (1952).

- COLL. AL MONTAGGIO NON ACCREDITATO: TATIANA CASINI MORIGI.

- COLLABORATORE DEL REGISTA: MASSIMO MIDA (PUCCINI).

- AMELIO PERBELLINI E' ACCREDITATO COME ELIO PERBELLINI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy